• Home / In evidenza / Reggio Calabria – Decolla il progetto Aiparc sanità e benessere

    Reggio Calabria – Decolla il progetto Aiparc sanità e benessere

    Si è svolta venerdì 9 novembre, presso la sala Monteleone del Palazzo del Consiglio Regionale, la presentazione ufficiale del piano didattico- operativo del Progetto “Sanità e Benessere”, proposto da AIParC, Associazione Italiana Parchi Culturali.

    Il Progetto rientra nel parco scientifico “Viaggio nella scienza” diretto dal dott. Achille Concerto e proposto dalle aree Medicina e Istruzione e Educazione, guidate dalla dott.ssa Emira Dal Moro e dal prof. Angelo Vecchio Ruggeri, attento coordinatore dei lavori del convegno. Il progetto ha suscitato vivi apprezzamenti da parte del numeroso pubblico presente, soprattutto degli studenti che hanno dimostrato particolare interesse e entusiasmo.
    La Presidente nazionale AIParC, prof.ssa Irene Tripodi, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa finalizzata alla promozione della cultura della prevenzione ( vaccini, tossicodipendenze, sistemi WEB, ecc.) e della donazione ( sangue, organi, midollo osseo, cellule staminali). Il progetto, a carattere sperimentale, avrrà la durata di tre anni e coinvolgerà, in una prima fase tre scuole secondarie di secondo grado ( Liceo classico europeo annesso al Convitto Campanella, il liceo scientifico Leonardo da Vinci e l’Istituto Tecnico Industriale Panella – Vallauri).
    Settantacinque studenti saranno impegnati in un percorso formativo di complessive sessanta , assistiti da esperti dell’Avis, della cooperativa ONLUS Work Società, dall’Ordine degli Psicologi della Calabria, dall’ASPEI, dall’AND, della Polizia postale, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, del Centro regionale Trapianti, della Banca del Cordone dell’ospedale Metropolitano, del Centro Igiene e Sanità Pubblica di Reggio Calabria. Conclusa la prima fase i ragazzi formati, secondo la strategia educativa della PEER EDUCATION, saranno i protaconisti, attori della seconda fase, saranno infatti loro I formatori tutor dei loro compagni di quattro scuole secondarie di I grado ( Galiei, Montalbetti, Campanella, Vitrioli). .La dott.ssa Francesca Arena, Dirigente del Liceo classico europeo Campanella, scuola capofila del Progetto, ha illustrato i cinque moduli formativi che vedranno impegnati gli studenti, soffermandosi sulla particolarità di questa metodologia didattica che conferisce carattere innovativo al Progetto.
    La Dirigente ha evidenziato che la PEER EDUCATION si colloca come strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di passaggio di conoscenze, emozioni ed esperienze tra i membri di un gruppo mettendo in moto un ampio processo di comunicazione caratterizzato da un’esperienza profonda e intensa e da un forte atteggiamento di ricerca, autenticità e sintonia tra i soggetti coinvolti, i quali diventano soggetti attivi del loro sviluppo e della loro formazione, non semplici recettori di contenuti, valori ed esperienze trasferiti da un professionista esperto. La stessa metodologia mira a potenziare nei pari le conoscenze, gli atteggiamenti, le competenze che consentono di compiere delle scelte responsabili e maggiormente consapevoli ampliando il ventaglio di azioni di cui una persona dispone e aiutandola a sviluppare un pensiero critico sui comportamenti che possono ostacolare il suo benessere fisico, psicologico e sociale e una buona qualità della vita.
    Il Sistema di monitoraggio del progetto è stato illustrato dall’esperta dott.ssa Maria Rita Mallamaci che sottoporrà tutto il processo formativo a verifiche periodiche. La valutazione positiva degli esiti consentirà l’estensione graduale dell’esperienza al Territorio metropolitan, regionale, nazionale. ponendo la città di Reggio Calabria come città pilota di una iniziativa . di elevato pregio didattico – formativo.
    Nel corso del convegno è stato sottoscritto il protocollo di Intesa fra I partner e l’AIParC, soggetto proponente, La prof.ssa Tripodi ha concluso l’incontro esprimendo la sua soddisfazione per la riuscita dell’evento e per l’interesse suscitato dalle strategie innovative messe in atto fra cui il coinvolgimento di un’ampia rete di soggetti.