• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / SOTTOSCRITTA CONVENZIONE MINISTERO-REGIONE PER STABILIZZAZIONE LSU

    SOTTOSCRITTA CONVENZIONE MINISTERO-REGIONE PER STABILIZZAZIONE LSU

    «La convenzione tra il Ministero del Lavoro e la Regione Calabria, sottoscritta nei giorni scorsi sugli
    incentivi statali per l’assunzione dei lavoratori socialmente utili a tempo indeterminato, è una buona
    notizia. Il provvedimento, dopo le firme del Ministro Di Maio e l’Ente regionale, è stato trasmesso
    dai tecnici del Ministero all’ufficio controllo Bilancio della Corte dei Conti per il vaglio finale. Ora si
    attende, a breve, il via libera dal supremo organo contabile».

    Lo affermano in una nota congiunta i
    portavoce al Senato e alla Camera, Giuseppe Auddino e Riccardo Tucci, seguiti dagli altri
    parlamentari calabresi del MoVimento 5 Stelle.
    «Nei mesi scorsi – continuano i parlamentari – abbiamo intrapreso e portato avanti con costanza un
    percorso fatto di studio e di ascolto sul campo dei lavoratori del settore, in diverse città calabresi,
    fino all’incontro finale con i tecnici del Ministero del Lavoro, a Roma.
    La convenzione ottenuta è senza ombra di dubbio un passo in avanti significativo verso la definitiva
    regolarizzazione e stabilizzazione della platea storica degli Lsu, fermo restando il preciso ruolo dei
    comuni e degli altri enti, che dovranno amministrare le risorse con equilibrio e progettualità.
    Con questo atto, infatti, i comuni e gli altri enti calabresi avranno l’opportunità di beneficiare di un
    aiuto del Ministero dell’importo annuo di 9.296 euro per lavoratore, a condizione che venga assunto
    a tempo indeterminato, per la durata di 4 anni, per un finanziamento totale di circa 86 milioni di
    euro».
    «Lo stanziamento – spiegano ancora i portavoce – deriva dal fondo sociale per l’occupazione e la
    formazione (FSOF) ancora utilizzato nelle regioni rientranti nell’obiettivo “Convergenza” dell’Unione
    Europea e riguarda i lavoratori socialmente utili di competenza ministeriale, che in Italia sono
    attualmente 6.885, di cui 2.316 in Calabria».
    «Si spera così, con questa misura – concludono i parlamentari M5S – di emancipare per sempre dai
    giochi sporchi della vecchia politica, fatta di ricattatorie proroghe contrattuali, migliaia di lavoratori
    calabresi, ridando loro quella dignità che fa da fondamento ai princìpi della Costituzione e da base
    di partenza all’azione di questo Governo».