• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Riace – Domenica il Comitato Regionale del Partito della Rifondazione Comunista

    Riace – Domenica il Comitato Regionale del Partito della Rifondazione Comunista

    Domenica 14 ottobre si terrà a Riace il Comitato Politico Regionale del Partito della Rifondazione Comunista, con la presenza del segretario nazionale Maurizio Acerbo. Si tratta di un Comitato aperto, che vedrà la partecipazione di diverse realtà politiche, sociali e sindacali.

    L’inizio è previsto per le 10 e vedrà l’apertura dei lavori da parte del segretario regionale del Prc Pino Scarpelli, a cui seguiranno i saluti dell’amministrazione comunale di Riace e gli interventi di compagni ospiti e delegati. Maurizio Acerbo – che già sabato scorso, insieme alla compagna europarlamentare Eleonora Forenza, è stato Riace ed ha incontrato Mimmo – concluderà il dibattito.
    Ad ospitare la discussione sarà la Mediateca comunale del piccolo centro della Locride, una scelta non casuale per quanto precedente alla notizia dell’arresto del sindaco. Una scelta dovuta alla valenza di Riace quale luogo simbolo dell’accoglienza e dell’integrazione, come messaggio contro la deriva xenofoba e fascista di questo Governo. Una scelta che gli ultimi accadimenti relativi agli assurdi risvolti giudiziari non fanno che confermare con maggiore forza, a sottolineare ancora una volta la vicinanza ed il sostegno di Rifondazione Comunista al primo cittadino ed alla sua comunità, creatori di un modello positivo riconosciuto in tutto il mondo che, anziché essere preso a esempio, viene colpito da un atto che si palesa come squisitamente politico, accusato, di fatto, del “reato di solidarietà”.
    Il Prc torna dunque a Riace, dopo la manifestazione del 6 ottobre scorso che ci ha visto partecipi tra le diverse migliaia di persone che hanno voluto portare la propria solidarietà a Mimmo Lucano, soprattutto per intessere in questo luogo simbolo una discussione aperta sui temi della ricostruzione della sinistra e sul percorso da intraprendere per contrastare il pericoloso clima politico che sta avvelenando l’Italia.
    L’invito a partecipare è rivolto ai rappresentanti e aderenti alle forze politiche, sociali e sindacali, per un incontro che sarà l’occasione per un confronto aperto sulla situazione attuale e sulle tematiche all’ordine del giorno nel dibattito pubblico.