• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Catanzaro – Le attivita della Protezione civile messe in campo dal Comune

    Catanzaro – Le attivita della Protezione civile messe in campo dal Comune

    In seguito del messaggio di allertamento meteo emesso dalla Protezione civile regionale prot. n. 307 del 5 ottobre, con il quale è stata diramata allerta codice rosso per il Comune di Catanzaro, il sindaco Sergio Abramo, con lo staff dell’ufficio di gabinetto, ha attivato il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) al fine di coordinare le attività e gli interventi a tutela della pubblica incolumità.

    I tecnici comunali, diretti da Guido Bisceglia, e gli uomini della Polizia Locale, secondo le indicazioni del comandante, gen. Giuseppe Antonio Salerno, sono intervenuti in diverse zone della città.
    Un grande aiuto è stato garantito dai volontari del Gruppo comunale di Protezione civile, sotto il coordinamento di Pierpaolo Pizzoni, supportati dai volontari dell’associazione Geruv Lions (Gruppo Emergenza Rupe Ventosa Lions) e dal Cisom (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta).
    Nel quartiere Lido sono saltati alcuni tombini e si è cercato di sistemarli, sebbene l’eccezionale portata d’acqua che si è abbattuta non consentiva alle caditoie lo smaltimento. Anche a Giovino si sono registrati problemi con parte della strada allagata.
    I volontari hanno monitorato il livello della Fiumarella, che è rimasto negli argini, e sono intervenuti perlustrando il quartiere di Santo Janni, dove il livello del torrente Castaci non ha creato particolari problemi.
    A Santa Maria e al Corvo si sono formate grosse pozzanghere ma, tutto sommato, la viabilità stradale non ha avuto gravi problemi. Nella notte un grosso albero è caduto sulla sede stradale e sono intervenuti i vigili urbani, ai fini della sicurezza stradale, insieme ai tecnici comunali e ai vigili del fuoco, impegnatissimi in tutta la provincia. Sono stati mantenuti contatti costanti con la Prefettura per aggiornare ogni situazione.
    I volontari hanno monitorato, anche durante la notte, il quartiere Janò–Rumbolotto che è una zona ad alto rischio frana, senza rilevare particolari criticità.
    La Protezione civile regionale ha attivato i volontari del Gruppo comunale di Catanzaro anche per interventi con le pompe idrovore e la torre faro in dotazione nei Comuni di Cirò, Belcastro, Botricello e Crotone. È stata un’opera veramente meritoria e lodevole quella dei volontari del Gruppo comunale e delle altre associazioni intervenute.
    Il sindaco Abramo ha voluto ringraziare di cuore queste persone che, con spirito di sacrificio e gratuitamente, si mettono a servizio della collettività e per la loro tutela. Erano inzuppati dalla testa ai piedi e sono stati eccezionali, da diversi giorni, anche di notte, contribuendo instancabilmente alle attività di protezione civile.
    Il sindaco ha ringraziato anche i cittadini che hanno limitato gli spostamenti dimostrando maturità e consapevolezza per i rischi che il maltempo può causare.
    La Protezione civile è l’istituzione che interviene a vari livelli, nazionale, regionale, comunale, ma il concetto di “protezione civile” deve essere insito in ognuno, autoproteggendosi ed evitando situazioni imprudenti o azioni avventate.
    L’amministrazione comunale ha ultimato un progetto cofinanziato dal Dipartimento nazionale della Protezione civile acquistando un fuoristrada pick up Mahindra Goa con verricello elettrico, completo di sirena e lampeggianti, faro di ricerca brandeggiante e gancio di traino, un carrello–rimorchio attrezzato, due motopompe da svuotamento, una tenda a struttura pneumatica e sei brandine da campo per l’importo complessivo di circa 47mila euro.
    Ci si attiverà per presentare altri progetti per aumentare la dotazione di veicoli e attrezzature idonee a interventi efficaci.
    L’allerta per oggi è sceso di livello, da rosso ad arancione. Il C.O.C. resterà reperibile per ogni emergenza.