• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Reggio Calabria – Marra (Map)bambini registrati illegalmente dai Sindaci

    Reggio Calabria – Marra (Map)bambini registrati illegalmente dai Sindaci

    Partiamo da una precisazione tecnica , cioè che registrare dei bambini come figli di due madri o due padri come avvenuto recentemente a Torino e Roma , non è solamente una bugia in quanto c’è sempre una terza persona che viene cancellata con un clic , ma nella realtà esiste davvero, ma è una violazione della legge. Un  certificato con il timbro del Comune fa sentire queste persone meglio ma il dramma è che a questi bambini viene tolto un rapporto con un genitore per una decisione altrui.

    Il problema sarà nella crescita di questi bambini quando piano piano si costruiranno una gioventù e per esempio quando un “maschietto”saprà che un uomo che è biologicamente suo padre , esiste e deve esserci per forza e che le due mamme hanno deciso questo per lui ; sono sicuramente certo che  avere il timbro del Comune sul certificato non gli toglierà tante domande che dovrà assolutamente affrontare, chissà che occhi ha quest’uomo, cosa gli piace, che squadra tifa.

    Tra le due parti, quelle favorevoli e quelle contrarie alle famiglie con due adulti dello stesso sesso , cominciano a venir fuori studi clinici che dimostrano sembra dubbi che i bambini stanno benissimo e sono più sereni nelle famiglie naturali, perchè quello che conta è l’amore, mentre contro natura sviluppano problemi psicologici legati all’identità e al bisogno di conoscere le proprie origini. Ma mentre del fatto che si possa crescere equilibrati in famiglie naturali abbiamo l’esperienza di migliaia di anni , purtroppo a questi genitori ultra-moderni manca l’onestà intellettuale per sostenere e affermare con certezza che una volta adulti questi bambini riusciranno a fare i conti con la ferita della mancanza.

    Il problema secondo me di queste omocoppie è che dichiarare che il padre o la madre (terza parte ) non è mai esistito e al massimo avrà i connotati di un ovulo o di un po’ di liquido seminale , è davvero raccapricciante. In questo modo loro annientano la terza parte che esiste e nessun certificato potrà ribaltare.

    Una realtà con cui l’intelligenza di qualunque bambino fattosi adulto, si dovrà confrontare e ne subirà le conseguenze.

    Poveri “innocenti”che la discriminazione la vivranno nel profondo del loro cuore, non perchè il mondo la farà loro pesare, ma perchè chi li ha voluti al mondo ad ogni costo gliel’ha imposta.

    Al mio paese i bambini passano da un canale del parto; si possono fare violazioni alla natura in laboratorio, come mettere un embrione nell’ovulo di una donna e dallo spermatozoo di un uomo nell’utero di un’altra,  anche se in Italia è vietato,  ma proprio non si può partorire in due.

    Penso e scrivo la cruda realtà anche perchè per diventare un po’ famosi questi Sindaci accettano certi compromessi contro natura e non accetto polemiche su ragionamenti di destra o di sinistra . I bambini non si toccano, mai. Sono sicuro che questi bambini da poco registrati con due madri o due padri saranno amatissimi in quanto sono stati cercati, sono costati impegno, energie e anche soldi. Saranno seguiti con attenzione e impegno , ma non sappiamo onestamente come se la caveranno.

     

     

    Il Presidente del M.A.P. Dr. Pietro Marra