• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Il 15 e 16 maggio su Rai 1 mini serie diretta dal regista lametino Carlo Carlei

    Il 15 e 16 maggio su Rai 1 mini serie diretta dal regista lametino Carlo Carlei

    “Il 15 e 16 maggio andrà in onda in prima
    visione su Rai 1 ‘Il Confine’, mini serie in due serate diretta dal
    regista lametino Carlo Carlei. Una delle opere di cui Carlei si dice
    più fiero, perché tra le più artisticamente riuscite, ma anche per la
    storia raccontata, di guerra e d’amore raccontata attraverso gli occhi
    di tre giovani protagonisti. Una mini serie che guarderemo con
    l’attenzione che merita dopo averne apprezzato tanti lavori televisivi
    di Carlei, dalle biografie di Enzo Ferrari e Padre Pio, ai più recenti
    “Il Giudice meschino” e “I Bastardi di Pizzo Falcone, giusto per citare
    qualche esempio e che ci offre l’occasione per rendere pubblico
    riconoscimento alla grande bravura, alla professionalità e all’umanità
    di un nostro conterraneo che ha dato lustro internazionale alla
    Calabria e alla provincia di Catanzaro”. E’ quanto afferma il presidente
    della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, in vista della messa in onda
    di un altro importante lavoro del registra lametino Carlo Carlei, il 15
    e 16 maggio su Rai Uno.
    Carlei, infatti, è nato a Nicastro nel 1961, ha coltivato fin da bambino
    la sua passione per il cinema, i fumetti e la letteratura americana,
    soprattutto di fantascienza. Tra il primo riconoscimento ottenuto,
    quello al Festival del Cinema Elettronico di Montreux il premio per il
    Miglior film e i Migliori effetti speciali (1991), al più recente nel
    2017 (il premio Flaiano per la regia), Carlei ha inanellato successi e
    riconoscimenti internazionali: basti pensare a film come “La corsa
    dell’innocente” che è diventato un cult negli Stati Uniti d’America,
    dove è stato acquistato e distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer per gli
    States; o ancora il film “Fluke”, basato sul romanzo omonimo di James
    Herbert, interpretato da Matthew Modine e prodotto dalla MGM, o ancora
    “Romeo and Juliet”, sceneggiato da Julian Fellowes nel 2013.
    “Carlo Carlei rappresenta un esempio per i nostri ragazzi, un
    riferimento positivo che proietta valori e principi sani da perseguire
    con fiducia per realizzare sogni che, con l’impegno e il sacrificio,
    sono a portata di mano – afferma ancora il presidente della Provincia di
    Catanzaro -. Carlei ha saputo coltivare le sue aspirazioni applicandosi
    nello studio con serietà e costanza, senza mai perdere di vista la
    propria identità e le proprie radici, portando la sua regione e la sua
    città nel suo cuore e nelle sue produzioni, rappresentando oltre i
    confini del Paese la Calabria migliore. Dobbiamo essere orgogliosi di
    avere un regista di questo calibro tra i nostri conterranei, testimonial
    della creatività, della sensibilità e della storia di una comunità che
    ha tanto da raccontare. Il mio auspicio è che Carlei raggiunga traguardi
    sempre più prestigiosi: colgo l’occasione per invitarlo ufficialmente
    nella sede della Provincia di Catanzaro per rendergli omaggio e creare
    l’occasione di parlare del grande lavoro svolto in questi anni”.