• Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / A PietraKappa continuano gli incontri per la conoscenza del territorio reggino

    A PietraKappa continuano gli incontri per la conoscenza del territorio reggino

    Sabato scorso presso la Botteguccia di PietraKappa si è tenuto l’undicesimo degli incontri proposti per la conoscenza del territorio reggino. Il primo ospite è stato Domenico Guarna, presidente della Associazione culturale Fata Morgana, che ha presentato il percorso di Archeotrekking nella città di Reggio Calabria proposto dall’associazione per i turisti (e non) desiderosi di conoscere la storia della città attraverso le poche emergenze rimaste ancora dopo i numerosi eventi distruttivi che l’hanno colpita. Il percorso è tenuto insieme da un affascinante racconto della storia della città, che incuriosisce e nel contempo informa rigorosamente l’ascoltatore. Al termine è intervenuto Danilo Lavorata, titolare delle omonime cantine di Roccella Jonica, che ha presentato due vini di eccellenza: il Bivongi DOC Rosso Riserva e il Greco Nero IGT Calabria. Il primo è l’unico Doc rosso della nostra provincia, di grande tradizione e su cui l’azienda sta operando un processo di affinamento che ne esalta le notevoli caratteristiche; il secondo è ottenuto dal vitigno Greco di Bianco usato in purezza e rappresenta una grande novità nel campo dei vini rossi, dando un vino profumato e ben strutturato, che la azienda Lavorata sta promuovendo con successo in tutto il mondo. L’incontro si è concluso con la degustazione dei vini accompagnati da salumi di Canolo e Laganadi, olive schiacciate di Mammola e caciocavallo di Ciminà. Il pubblico che ha assiepato la Botteguccia di PIetraKappa ha tributato con il suo gradimento l’ennesimo successo a questa iniziativa, apprezzando l’intensa attività divulgativa proposta. Nel ringraziare Domenico e Danilo, PietraKappa dà appuntamento al prossimo sabato 28 aprile, sempre in via Giudecca 40, dove incontreremo il prof. Pasquale Faenza che ci parlerà di: “Bergamotto l’essenza dello spirito. Un viaggio nella storia del bergamotto da Norimberga a Reggio Calabria”.