• Home / ARCHIVIO / Catania / Marcianò e D’Agostino (NCD): ”Salvaguardare l’operatività del posto di Polizia ferroviaria di Gioia Tauro”

    Marcianò e D’Agostino (NCD): ”Salvaguardare l’operatività del posto di Polizia ferroviaria di Gioia Tauro”

    Di seguito la nota di Marcianò e D’Agostino – Il capogruppo del Nuovo Centrodestra alla Provincia di Reggio Calabria Michele Marcianò ed il Consigliere provinciale di Ncd Raffaele D’Agostino hanno inviato una lettera ai competenti uffici del Ministero dell’Interno in merito alla paventata sospensione del Posto di Polizia Ferroviaria di Gioia Tauro. “Esprimiamo la nostra preoccupazione – scrivono Marcianò e D’Agostino – in relazione alla proposta ministeriale, che vedrebbe la soppressione di alcune centinaia di posti di polizia in tutto il territorio nazionale, tra cui quello di Gioia Tauro. Le recenti cronache hanno evidenziato che nel suddetto comune ad alto tasso di criminalità, tale posto di Polizia, costituisce il primario presidio di legalità. Il tipo di razionalizzazione messa in atto dal Ministero  – si legge ancora nella missiva – è basato su parametri ragionieristici, senza alcuna analisi dei contesti delinquenziali e delle problematiche territoriali inerenti la sicurezza”. Nella lettera inviata da Marcianò e D’Agostino, gli esponenti del Nuovo Centrodestra invocano chiaramente la salvaguardia del posto di Polizia ferroviaria di Gioia Tauro. “Si tratta di un punto di riferimento per i cittadini e, la classe politica locale e provinciale, sta sollevando l’attenzione mediatica per salvaguardarne l’operatività  – concludono il capogruppo del Nuovo Centrodestra alla Provincia di Reggio Calabria ed il Consigliere provinciale Raffaele D’Agostino – per cui invitiamo il Ministero a dare seguito alla nostra richiesta”.