• Home / ARCHIVIO / Catania / Consiglio regionale: interrogazione di Guagliardi

    Consiglio regionale: interrogazione di Guagliardi

    Quali ragioni hanno impedito alla Regione di poter presentare i progetti nell’ambito delle due gare ‘Ten-t 2012 annual call e multi annual call. July 2013’ e, soprattutto, per quali motivi la nostra regione non riesce ad adoperarsi affinché siano spesi i fondi UE necessari all’ammodernamento dei Megalotti 2 e 4 della S.S. 106 Jonica calabrese?”.

    E’ quanto chiede il consigliere regionale Damiano Guagliardi in una interrogazione indirizzata al presidente della Giunta regionale Giuseppe Scopelliti ed all’assessore ai LL.PP. Giuseppe Gentile, in ordine ai fondi UE per i progetti nell’ambito delle gare “Ten-t 2012 annual call e multi annual call. July 2013”.

    In un recente articolo, il prof. Francesco Russo, docente di trasporti e logistica all’Università di Reggio Calabria- esordisce Guagliardi- ha spiegato e dimostrato che nel luglio scorso sono state pubblicate due gare, per lavori e progetti, finanziate dall’Unione Europea nel campo delle infrastrutture di trasporto per un totale di 1597 milioni. Nella prima gara, l’UE ha ricevuto complessivamente 168 proposte di finanziamento e di queste ne sono state finanziate 83, nella seconda, l’UE ha ricevuto 197 proposte presentate di finanziamento, di cui 89 finanziate mentre nessun lavoro ha avuto la stessa sorte in Calabria, poiché dalla nostra regione non è stato avanzato alcun progetto”.

    Un articolo apparso il 14 agosto su ‘Il Sole 24 Ore’ cita testualmente ‘La spesa dei fondi UE torna a rallentare dopo lo sprint di fine 2012 e cresce il rischio di perdere quote consistenti dei 31 miliardi che dovremmo spendere nel triennio 2013-2015’. Gli ultimi dati del Dps (Dipartimento politiche di sviluppo), aggiornati al 7 agosto, confermano come, dall’inizio dell’anno, siano stati spesi e certificati 1.803 milioni contro il target annuale di 6.719 milioni. Siamo al 27% del programma annuale. Ancora, l’articolo cita tra le grandi infrastrutture da realizzare anche i Megalotti 2 e 4 della S.S. 106 Jonica calabrese che ad oggi –riprendo testualmente il passaggio – ‘sono a zero’”.