• Home / ARCHIVIO / Catania / Picchia a sangue convivente che vuole password pc, arrestato

    Picchia a sangue convivente che vuole password pc, arrestato

    Ha picchiato a sangue la convivente durante la cena, davanti ai figli e a una coppia di amici, perche’ lei si lamentava di non potere accedere al Pc di casa visto che lui manteneva segreta la password. Un litigio culminato con l’arresto dell’uomo. L’aggressione e’ avvenuta ieri sera a Paterno’, un comune del catanese. Protagonista un operaio di 36 anni, F.B., che e’ stato arrestato dai carabinieri per lesioni personali. La convivente, una casalinga di 42 anni, e’ stata ricoverata in ospedale, dove i medici le hanno riscontrato un trauma cranico, la frattura del setto nasale, fratture intercostali, contusioni al torace e una lesione all’orecchio destro che l’ha reso sorda. La selvaggia aggressione e’ avvenuta davanti ai due figli della coppia, di nove e tredici anni, e agli amici, che hanno tentato senza successo di bloccare l’operaio prima di chiamare i carabinieri. L’uomo ha inveito anche contro i militari, prendendoli a calci e pugni, ma e’ stato bloccato e ammanettato; per questo motivo deve rispondere anche di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.(ANSA).