Home / SOCIAL / Tirocini bando scuole, Ferrara: “Si garantisca continuità fino a chiusura scuole”

Tirocini bando scuole, Ferrara: “Si garantisca continuità fino a chiusura scuole”

«Nonostante i 2 mesi di proroga la situazione dei circa 600 tirocinanti degli istituti scolastici calabresi continua a preoccupare». L’eurodeputata Laura Ferrara a distanza di qualche mese interviene nuovamente sui seicento operatori che operano nelle scuole calabresi al fine di concorrere a creare condizioni favorevoli all’inclusione scolastica e sociale degli alunni con disabilità grave.

«Avevo accolto con favore – afferma la Ferrara – la notizia di una possibile proroga dei loro contratti in seguito al mio intervento sulla questione a novembre scorso. Una proroga striminzita però, infatti a breve questi percorsi formativi/lavorativi si interromperanno quando sarebbe più logico farli terminare in concomitanza con la fine dell’anno scolastico, così come auspicavo già tre mesi fa».
«Il bando in oggetto – ricorda la parlamentare europea del M5s-, rivolto a disoccupati e disoccupati in possesso dello status di percettori di ammortizzatori sociali in deroga, vide la luce dopo un iter lungo e travagliato e gli stessi tirocini partirono solo un anno dopo la sua emanazione. Eppure coinvolge categorie vulnerabili considerato che i tirocinanti sono stati affiancati agli alunni con disabilità grave, coadiuvando il personale docente in qualità di educatori e operatori per l’assistenza di base. Per queste motivazioni credo sia assolutamente importante garantire la continuità del percorso fino a giugno. Sono tante le difficoltà che questa brusca interruzione comporterà nel sereno proseguimento dell’anno scolastico per gli studenti, così come mi comunicano alcuni genitori coinvolti. E gli stessi beneficiari del bando lamentano di aver svolto nelle scuole, non un percorso di formazione, ma una vera e propria attività lavorativa senza, ovviamente, il compenso e le tutele previdenziali proprie di un normale lavoratore».
«Questa è una situazione inverosimile e vergognosa – denuncia Luigia Leone, attivista di Fuscaldo CittadinanzAttiva che, contattata da un gruppo di genitori e tirocinanti coinvolti, ha posto da subito la questione all’europarlamentare – pretendiamo che la problematica illustrata sia presa nella giusta considerazione dalle Istituzioni preposte e sia risolta tempestivamente, nel migliore dei modi. Ciò significa garantire che, per tutto l’anno scolastico in corso, gli alunni in stato di disabilità grave delle scuole calabresi continuino a beneficiare della presenza degli educatori/operatori che finora li hanno affiancati e impegnarsi da subito perché, già dal prossimo anno scolastico, non si incorra più in circostanze di questo tipo».

Leggi qui!

Decreto Sanità – Passa emendamento M5S che toglie nomine dirigenti alle Regioni

Via libera all’emendamento al dl Calabria presentato dalla deputata M5S Dalila Nesci in commissione Affari …