Home / SEZIONI / Sport / Volley, Serie B – Conad Lamezia , netto ko a Gioia del Colle

Volley, Serie B – Conad Lamezia , netto ko a Gioia del Colle

GIOIA DEL COLLE – CONAD LAMEZIA VOLLEY 3-0 (25-20; 25-15; 25-20)GIOIA DEL COLLE: Matheus 10, Turano 3, Parisi, Giorgio 6, Galasso, Palattella, Di Pinto, Cetrullo, Monta, Grassano 13, Pochini (L), Illuzzi 1, Spesca 12, Braico. ALL: Spinello.LAMEZIA: M. Davoli, Bruni, Galiano 1, Pasciuta 11, D. Davoli (L), Talarico, Ferraiuolo 2, Gaetano 6, A. Mercuri 8, Piccioni 8. ALL: Piccioni. VICE: Savio.

ARBITRI: Ayroldi Raffaella (1°) e Tribuzio Giuseppe (2°) entrambi della sezione provinciale di Bari.

Sconfitta per la Conad Lamezia Volley sul campo della capolista schiacciasassi Gioia del Colle. I lametini cadono per 3 a 0 in un match in cui i ragazzi mister Piccioni, tranne nel secondo set, hanno giocato con orgoglio e determinazione. Troppo forte la prima della classe per perdere punti per strada e decisa a rinsaldare sempre di più la prima posizione. Prima dell’inizio del match, su richiesta della società lametina, è stato osservato un minuto di raccoglimento per la scomparsa di Simona Di Cello, pallavolista lametina prematuramente venuta a mancare. Nel primo set Gioia inizia subito forte portandosi ad un margine di vantaggio molto considerevole ma la Conad non abbassa la testa e tiene comunque la scia avversaria ma il team di mister Spinello non ha particolari difficoltà a chiudere con un 25 a 20 il primo set. Nella seconda ripresa i padroni di casa mettono il piede sull’acceleratore anche per evitare una eventuale reazione avversaria che non arriva: con un 25 a 15 i pugliesi mettono su un binario ben preciso il match fissando il parziale sul 2 a 0. Nel terzo set la Conad tenta il tutto per tutti portandosi in alcuni tratti anche in vantaggio ma è troppa la foga della capolista che conquista il set anche in questo caso con un 25 a 20 chiudendo definitivamente la gara.

Leggi qui!

Reggina, il traguardo ‘platonico’ di Monopoli con tanti motivi di interesse

La Reggina è a un quarto dell’opera.  Nel senso che con le nove giornate fin …