• Home / RUBRICHE / Storie / “Annozero”, è bufera: Santoro non commenta

    “Annozero”, è bufera: Santoro non commenta

    calabria"Non e' mia abitudine commentare i commenti e le reazioni alle mie trasmissioni, anche le reazioni piu' violente". Cosi' Michele Santoro a proposito delle polemiche innescate, specie a livello di istituzione regionale, dalla puntata di giovedi' di "Annozero" dedicata alla criminalita' in Calabria, al delitto Fortugno, alla 'ndrangheta. Tra le reazioni, in particolare c'e' quella del governatore Agazio Loiero, che oggi ha detto "non si puo'


    immaginare una trasmissione del genere in cui c'e' l'accusa ma manca la difesa", mentre ieri il suo portavoce aveva parlato di puntata del programma "che sara' piaciuta alla 'ndrangheta" e che "e' stata mostrata una Calabria indifesa e anche indifendibile, dove tutto e' mafia, senza sfumature, senza opposizone alcuna delle istituzioni ai clan. Santoro ha impiantato un processo senza difesa". Il portavoce aveva aggiunto che "non e' possibile passare al tritacarne il governo regionale senza concedere non dico il diritto di parola ma almeno il diritto di replica". Il conduttore pero' non replica a queste bordate, limitandosi a dire "le reazioni le considero parte del mio lavoro. Facciamo un lavoro rilevante che arriva a tante persone e lascia liberi tutti di avere le reazioni che vogliono. Anche le piu' violente". (AGI)