Quando la politica non fa politica

sabato 11 marzo 2017
12:52

Riceviamo e pubblichiamo – “E’ triste dover assistere al teatrino della non politica attuale. La politica muore sotto i colpi dei non politici. Assistiamo inermi ad attacchi continui degli uni contro gli altri dimenticando quali sono i reali problemi che attanagliano la società attuale. Nessuna proposta, solo accuse a chi governa e a chi ha li ha preceduti. Lo stesso avviene a livello locale. Per il bene comune, la politica, se ha soluzioni, li deve proporre a prescindere che si appartenga al centro destra o al centro sinistra. Esempio è il destino dell’Aeroporto dello Stretto. Di chi è la colpa di una situazione così disastrosa? Non è certo riconducibile all’oggi il disastro. Sono decenni che la struttura langue. Sempre soluzioni tampone, nient’altro. Enfasi da parte di ogni governo regionale che sia succeduto. Che fine ha fatto la nuova aerostazione? E i miolioni che erano stati stanziati? E l’ammodernamento delle strutture aeroportuali? Mi chiedo, adesso, a cosa serve e a chi questa continua litigiosità attorno ad una struttura fondamentale per la città e per il suo rilancio. Se la politica vuole fare il bene della comunità si sieda attorno ad un tavolo e tiri fuori progetti attuabili in tempi brevi, brevissimi. Lo faccia al di.là delle distinzioni, dei colori. Lo deve ai reggini ai messinesi, lo deve all’intera comunità che gravita sullo Stretto. Questo atteggiamento dovrebbe accompagnare ogni momento della vita politica di una comunità. Poi si può non condividere scelte dell’una o dell’altra parte e solo con un civile e pacato confronto si potrà raggiungere a soluzione e prospettato ai cittadini che sapranno, al momento opportuno, scegliere chi ha operto per il bene della città. La litigiosità non porta da nessuna parte, allontana le soluzioni e le persone dalla politica. Invito le forze politiche e sociali a sedersi assieme e trovare quelle soluzioni che rendano Reggio una città civile e forte, dimostrino che veramente vogliono risolvere i problemi della nostra città. Lo dimostrino all’intera comunità che non sono solo beceri interessi di parte“.

Gabriele Fava

Print Friendly