Consorzi di bonifica: “Ha fatto bene la Regione Calabria ad interrompere finanziamenti a pioggia”

mercoledì 21 dicembre 2016
9:55
strilllogo

Riceviamo e pubblichiamo – “Egregio Signor Direttore, in riferimento all’articolo:

http://www.strill.it/calabria/2016/12/bilancio-regionale-ancora-a-secco-i-consorzi-di-bonifica/

da contribuente(involontario) del consorzio di bonifica (BIR – Basso Ionio Regino), immagino che i contributi obbligatori che questi enti inutili ci chiedono e che sono più che raddoppiati negli ultimi 6 anni con successive cartelle pazze(è arrivata sia a me che a mia madre una cartella di pagamento quest’anno) ed “interventi fantasma” non bastino a stipendiare dipendenti assunti con “procedure” che disconosco e dirigenti vari messi li da non so chi, tant’è vero che guardando il sito del mio Consorzio di riferimento (www.consorziobir.it), alla voce “interventi”, notavo di aver contribuito ad interventi di bonifica su strade statali, acquedotti e quanto già deve essere mantenuto in essere da altri enti già preposti a farlo.
In questo caso, a mio avviso bene ha fatto la Regione Calabria ad interrompere finanziamenti a pioggia ad enti che, avendo già entrate dirette da noi contribuenti, non si conosce bene quali interventi siano preposti a fare avendo già, nei luoghi interessati, personale e mezzi del corpo forestale, dei forestali, del parco Aspromonte (in molti comuni) e dei comuni stessi interessati, nonchè di enti ed aziende delle quali disconosco i nome ma che svolgono lavori di bonifica come gestione caratteristica (acquedotti, difesa idrogeologica, etc.).
Quindi non mi resta che essere felice del fatto che finalmente qualche rubinetto di finanziamenti pubblici a consorzi di dubbia utilità sia stato chiuso“.

Mamone Alesso

Print Friendly