• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Reggio – “Obiettivo occupazione”, lettera a Renzi e Loschiavo

    Reggio – “Obiettivo occupazione”, lettera a Renzi e Loschiavo

    Carissimo Presidente Renzi e carissimo ing. Corrado Loschiavo e p.c. a tutti gli interessati al progetto “Obiettivo Occupazione” Scrivo perché ho appreso dall’articolo pubblicato sul quotidiano “Gazzetta del Sud” e dal quotidiano on line “Strill.it” l’esito dell’incontro citato in oggetto, svoltosi a Palazzo San Giorgio tra i vertici della Confcommercio Reggina, il capo gabinetto Giampaolo Puglia e il geom. Cutrupi.

    Le rassicurazioni finora avanzate dal MIT stanno venendo meno, in quanto come si evince dalle dichiarazioni del geom. Giancarlo Cutrupi, le somme relative alle annualità 2016 non sono state accreditate, imputando tutto ciò ad un problema tecnico (articolo allegato).

    Vorrei capire a questo punto quale sia tale problema, visto che dalle dichiarazioni precedenti a me inviate dal MIT non c’era nessun ostacolo all’erogazione di tali somme, rassicurandomi che sarebbero state accreditate al più presto, se non già in via di accredimento (come da allegati).

    Purtroppo ancora tali somme non sono state accreditate, nonostante le numerose rassicurazioni da parte del MIT. Gradirei sapere per quanto possibile, i motivi di un tale ritardo, visto che le condizioni economiche stanno peggiorando, la situazione di un tracollo finanziario delle aziende è imminente anche perchè si deve far fede alle scadenze dei pagamenti che incombono in questi giorni.

    Non vorrei sembrare ripetitivo, ma queste somme servirebbero a dare una boccata di ossigeno alle aziende aderenti al progetto “Obiettivo Occupazione”, quanto meno a breve termine, per consentire a ciascun interessato di continuare a svolgere la propria attività, in maniera più serena di quanto stia facendo adesso.

    Non è nuovo a sapersi che molte delle aziende interessate, compresa la mia, sono state costrette a licenziare del personale, in forza da tantissimi anni, in quanto impossibilitate a pagare gli stipendi. Una nota dolente che si aggiunge alle precarissime condizioni economiche in cui versa la città di Reggio Calabria.

    In attesa, carissimo Presidente, di ricevere un Suo cortese riscontro in merito a tale precaria situazione e, fiducioso in un Suo solerte interessamento alle vicissitudini che stanno incidendo in maniera abbastanza pesante sulle attività imprenditoriali di questa città e sulla realtà occupazionale che sta dando vita ad una disoccupazione dilagante e senza freno, Le porgo cordiali saluti.

    Giuseppe Granato