• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Gli operatori dei centri diurni per minori disabili al sindaco: ”Ci dìa risposte”
    Disabili

    Gli operatori dei centri diurni per minori disabili al sindaco: ”Ci dìa risposte”

    Caro signor sindaco, dopo aver aspettato con fiduciosa pazienza vostre risposte circa la piccola modifica al bando,  la quale avrebbe permesso a tutti gli operatori di mantenere il proprio posto di lavoro nei centri diurni per minori disabili , oggi,  alla vigilia della scadenza, le manifestiamo il nostro sconforto, scoraggiamento e grande rabbia!!!!!!
    Nel corso degli anni abbiamo attraversato momenti molto difficili, rimanendo, nonostante tutto, profondamente fedeli al nostro compito di educatori ed ora ci ritroviamo, a pochi mesi dalla sua elezione, a rischiare di perdere il posto ed essere sostituiti da altri operatori neo-laureati e da inutili assistenti. Proprio noi che abbiamo anni e anni di esperienza lavorativa nel settore e che abbiamo raggiunto ottimi risultati nel campo della disabilità, tenendo alto il nome del comune della nostra città!!!
    Risponda a questa semplice domanda: “Perché le poche realtà positive esistenti devono avere un termine???”
    Era così difficile o addirittura impossibile aggiungere un piccolo dettaglio (tra i titoli richiesti agli educatori anche lauree con cinque anni di esperienza lavorativa nel settore), che avrebbe salvato il nostro posto di lavoro e quindi, le nostre famiglie, soprattutto in  questo periodo di gravi difficoltà economiche???!!!
    Gradita una sua risposta.
    Cordiali saluti

    Gli operatori dei centri diurni per minori disabili