• Home / RUBRICHE / Lettere a Strill / Reggina: gli amici e il momento derbysogno…

    Reggina: gli amici e il momento derbysogno…

    di Giacomo Battaglia e Gigi Miseferi – Ecco, è arrivato il momento dei Play Out, quasi un miraggio a causa degli ultimi risultati. E gioco del destino, proprio attraverso la madre di tutte le Partite: Reggina-Messina! E chi perde nel doppio appuntamento, sprofonda. Ma noi affronteremo tutto con la consapevolezza del rischio. Non ci fa paura l’inferno! Noi veniamo da lì…Afragolese, Frattese, Cavese. Partite indimenticabili, come quella contro la Paganese, quando dalla panchina si alzò il vice allenatore/giocatore, che entrò in campo e segnò! Uno di quegli episodi per il quale si può affermare “Io…C’ERRO”. O come il gol di stinco di Luigi Cocomello Vento, a Martinafranca nel 1987, visto da una terrazza adibita a tribuna stampa, dalla quale Rocco Musolino, faceva la radiocronaca con un telefono di fortuna, ospiti di una famiglia del posto. La Serie A non ci ha imborghesito, anzi, a volte abbiamo provato anche un gradevole “disagio”, come se stessimo banchettando alla corte del Re, nonostante coscessimo il Galateo. Questo perché siamo consapevoli delle nostre radici, che affondano in terreni di gioco infuocati ma che forgiano Tifosi sanguigni e dalla tempra resistente! E allora il nostro modesto appello è…Ricordiamoci che in una Società di Calcio, gli Uomini, dal Presidente all’ultimo Collaboratore, passano! Ma la Maglia, i Colori, la Storia, restano! Per cui, tutti attorno alla Squadra a tifare per mantenere la categoria, che in questo momento storico, realisticamente, guardandoci allo specchio, per noi è come se fosse la “Champions League”! Perché proprio come gli Amici, i veri tifosi si vedono nel momento DER..BYsogno! Forza Reggina!