Home / RUBRICHE / Calabresi lontani da casa / Storie di calabresi lontani da casa – Dino Favano, il reggino che fa volare gli States
favano

Storie di calabresi lontani da casa – Dino Favano, il reggino che fa volare gli States

Un reggino innamorato dell’aria che fa volare gli aerei negli States. Dino Favano nasce a Reggio Calabria il 10 febbraio 1966. La sua è una storia simile a quella di tanti.

Cresciuto sulle strade polverose della Reggio post rivolta, Dino si diploma a 18 anni e decide immediatamente di partire. Destinazione Milano. Obiettivo: la laurea in Relazioni Pubbliche all’Università Iulm. Un traguardo che il giovane Dino, appena 23enne, ottiene nel 1989.

Non passano neanche 10 ore dalla sua proclamazione che il Dottor Favano sale su un aereo diretto per Londra. Un volo che segnerà per sempre la sua vita: da quel momento gli aerei saranno al centro del suo impegno professionale.

A Londra Dino Favano inizia subito a lavorare nell’ufficio Relazioni Pubbliche della British Airways. All’inizio è semplicemente un assistente del Direttore dell’Ufficio, ma le sue capacità vengono fuori in fretta e in breve tempo si guadagna la fiducia della Società.

Un anno dopo, ancora esperienza, ancora nella capitale britannica. Dino Favano decide di spostarsi per qualche mese nella catena Hilton, nel settore management training.

Poi il grande salto, il volo certamente più importante della sua vita, stavolta transoceanico.

Contattato dal distaccamento statunitense di Alitalia, Favano decide di spostarsi a New York. Da subito diventa assistente del Direttore nell’Ufficio Operazioni/Coordinamento. Si occupa di pianificazione dei voli, degli equipaggi, della manutenzione dei velivoli. L’area sotto la sua responsabilità è vastissima e comprende l’intero continente americano.

Nel 1996 ancora un passo in avanti nella sua carriera. Diventa Responsabile dello stesso ufficio, incarico che copre fino all’inizio del 2005, anno in cui decide di spostarsi ancora, accettando l’offerta di Eurofly che gli affida il compito di aprire da zero la sua filiale americana, da Direttore dell’Ufficio Scalo e Commerciale.

Da quel momento, fino ad oggi, Dino Favano dirige il settore operazioni e commerciale della Compagnia, che nel frattempo ha assunto il nome di Meridiana Fly dopo la fusione con Meridiana e Air Italy. La sua è una vita da perfetto statunitense. Tanto lavoro, quasi sempre a contatto con lo star system americano. Dal suo ufficio passano ogni settimana decine tra attori, politici, personaggi dello sport americano ed europeo. Il suo è un impegno discreto, sempre operativo ed assolutamente puntuale. La difficoltà è quella di gestire un sistema complesso, con centinaia di dipendenti disseminati su tutto il territorio americano e migliaia di voli far decollare ogni anno.

”Certamente il mio essere calabrese mi ha aiutato – racconta Favano – insieme con la mia intraprendenza e la mia voglia di scoprire. Da piccolino, fin dall’età di 15 anni trascorrevo ogni estate tre mesi in Gran Bretagna. Lavoravo e intanto imparavo l’inglese. E’ stato fondamentale per il mio successivo lavoro. E poi ho sempre amato gli aerei”.

Un amore che evidentemente lo ha portato lontano, molto lontano. Alla guida di Meridiana Fly oggi Dino Favano fa volare gli States.

Leggi qui!

‘Tanti disagi dopo l’accorpamento Piria – Ferraris’

Riceviamo e pubblichiamo: Salve. Vi scrivo perché vorrei far conoscere alla gente la situazione del …