• Home / RUBRICHE / Calabresi lontani da casa / Storie di calabresi lontani da casa – Luigi Accattatis
    luigi_accattatis

    Storie di calabresi lontani da casa – Luigi Accattatis

    Nato a Cosenza il 12 novembre 1838 da Vincenzo e da Teresa dei baroni Amantea, Luigi Accattatis studiò a Scigliano, poi a Cosenza, ma, avendo manifestato idee liberali,
    gli fu impedito nel 1857 di recarsi a completare gli studi a Napoli. Nel 1860 fece parte del comitato insurrezionale di Bianchi, distinguendosi nello scontro di Soveria Mannelli, che agevolò l’avanzata dei garibaldini. Fu, dal 1879, insegnante e direttore del ginnasio di Scigliano e, dal 1884, a Cosenza in un collegio privato da lui stesso fondato. Socio dell’Accademia Cosentina fin dal 1858, ne fu presidente nel 1886, nel quale anno assunse anche la direzione del più antico periodico della regione ‘Il Calabrese’. Diede pure la sua collaborazione storica e letteraria a quasi tutti i periodici regionali del tempo: il Gravina, L’Era nuova, Il Grati, Il Contadino Calabrese, La Sinistra, La Cronaca di Calabria. Morì l’8 giugno 1916 a Censo, frazione di Bianchi.