Home / RUBRICHE / Calabresi lontani da casa / Storie di calabresi lontani da casa – Joe Anastasio

Storie di calabresi lontani da casa – Joe Anastasio

joe_anastasio
di Damiano Praticò –
Joe Anastasio, radici calabresi da parte di padre, è il self made man di Wall Street. Nel 2005, la Calabria Regional Association di Brooklyn, nell’ambito del mese

della cultura e del retaggio italo-americano a New York, ha elogiato la sua figura professionale con un riconoscimento per meriti professionali. Meriti ancora più significativi se si pensa che Joe è rimasto orfano di entrambi i genitori all’età di quattordici anni. Si è visto costretto, quindi, a rimboccarsi le maniche e a trovare un lavoro modesto nel quartiere di Brooklyn. Negli anni ’60, inizia la sua brillante carriera. Da semplice apprendista, fa esperienza con alcune compagnie finanziarie, fin quando trova impiego presso la Salomon Brothers, sostenendo corsi biennali di abilitazione in “business management” e conseguendo, terzo fra venticinque candidati, il certificato di idoneità. I primi frutti del suo lavoro maturano nel 1975, quando viene nominato Vice President of Operations nella Salomon Brothers. Trascorrono ventidue anni prima di arrivare a ricoprire l’incarico di Partner/Managing Director, le cui responsabilità sono rivolte verso i mercati asiatici ed europei. Nel 1982, Joe fonda, nella stessa Salomon Brothers, l’International Operations Association of Wall Street, divenendone il primo Presidente. Prima di lasciare – nel 1992 – la Salomon Brothers, Anastasio viene nominato CEO (Chief Executive Officer) nella sede di Tampa, Florida. La scalata più impegnativa avviene verso la metà del 1993 quando Joe fonda la Paradigm Consulting che lo fa accedere alla JP Morgan in qualità di Managing Director of Operations. Nel 1999 fonda, assieme ad altri, The Capital Markets Company of North America. Joe Anastasio, inoltre, è stato nominato CEO del Cross Border Exchange, il cui ruolo della compagnia è quello della specializzazione di soluzioni tecnologiche per i mercati finanziari internazionali. E’ considerato negli ambienti di Wall Street un “innovatore” nel modo di condurre gli affari nel settore finanziario.

Leggi qui!

Disagi accorpamento Piria – Ferraris, la replica del dirigente scolastico

Egregio Direttore, trovo opportuno e necessario proporre alcune rettifiche alla denuncia dell’alunno Emanuele Rodà, apparsa …