• Home / PUBLIREDAZIONALE / Publiredazionale / All’istituto “Augusto Righi”, esperimenti in diretta durante l’open day

    All’istituto “Augusto Righi”, esperimenti in diretta durante l’open day

    Publiredazionale – A bordo dell’istituto d’istruzione Superiore Augusto Righi per sperimentare, in diretta, la bellezza della scienza e della tecnologia con esperienze che permetteranno agli studenti di entrare dentro la biologia, gli strumenti sofisticati a sostegno delle costruzioni, la chimica, la fisica, laeronautica e molto altro ancora.

    Il tutto durante l’OPEN Day che si terrà il 12 gennaio 2019 dalle ore 15 alle ore 19, tempo in cui gli studenti delle scuole medie che parteciperanno saranno i veri protagonisti della giornata.
    Una cabina di aereo nel laboratorio di aeronautica simulerà con tanto di vento e vibrazioni un decollo e latterraggio.
    L’estrattore di DNA del laboratorio di biologia permetterà agli studenti di toccare con mano il cuore della vita.
    I reagenti nel laboratorio di chimica permetteranno losservazione in diretta di numerose trasformazioni.
    La galleria del vento del laboratorio di fisica emozionerà gli studenti mentre nei laboratori di costruzioni, campioni di calcestruzzo verranno schiacciati per valutare la resistenza alla compressione. Così mentre altri studenti saranno impegnati in misure con strumenti topografici, altri ancora potranno lavorare nel laboratorio di biologia e scienze naturali per osservare al microscopio, cellule, minerali e molto altro.
    La Dirigente dell’istituto Maria Daniela Musarella ha riservato per gli stessi spazi nei laboratori perché possano direttamente partecipare a tutti gli esperimenti che i docenti dellIstituto Augusto Righi hanno preparato per la giornata.
    Un Istituto il Righi che ha al suo interno tre indirizzi: Costruzione, Ambiente e Territorio, ossia lex Geometra, Trasporti e logistica (Aeronautico) e Biotecnologie Sanitarie.
    Indirizzi che permetteranno ai futuri diplomati di entrare subito nel mondo del lavoro così come accaduto ai tantissimi studenti che oggi si trovano impegnati presso aeroporti, Comuni, Enti locali in genere, laboratorio di analisi o ospedali pubblici e così via, oppure proseguire gli studi universitari.
    Tra l’altro il diploma del Righi consentirà a coloro che lo vorranno di essere in poco tempo libero professionista ed avere così una attività autonoma.
    Significativa sarà l’esperienza che verrà raccontata agli studenti presenti da parte di un professore di appena 20 anni diplomato proprio dallIstituto A. Righi:
    Sì perché attraverso questo tipo di diploma si potrà accedere anche al mondo dell’insegnamento come insegnante Tecnico Pratico (ITP).
    In poche parole chi sceglierà di studiare Costruzione Ambiente e Territorio, con il solo diploma, avrà la possibilità di poter avviare autonomamente uno studio, collaborare con studi tecnici, lavorare presso Enti pubblici, insegnare, ed essere consulente privato. Potrà inoltre iscriversi all’università presso qualunque corso di studi e seguire il proprio sogno.
    Chi invece conseguirà il diploma di Trasporti e Logistica (aeronautico) potrà trovare impiego presso aeroporti, scali, ambiti in cui è necessario avere esperti in trasporti e logistica, Ferrovie, Porti ed ancora insegnare ed iscriversi in qualsiasi percorso universitario.
    Chi invece intraprenderà il percorso in Biotecnologie Sanitarie, cosa che pochi sanno, potrà iscriversi in medicina, scienze infermieristiche, professioni sanitarie etc e sarà più agevolato nel superamento dei test di accesso perché, sin dai primi anni, gli studenti oltre alle materie biologiche, chimiche e fisiche studieranno anatomia, microbiologia, igiene e molto altro.
    Inoltre potrà lavorare presso laboratori di analisi, ospedali ed Enti che operano nel campo della sanità e dellambiente.
    Sabato 12 l’Istituto A. Righi apre le porte agli studenti e alle loro famiglie perché possano dall’interno sperimentare, in modo diretto e concreto, la realtà di questa istituzione scolastica tesa a definire parte del futuro intorno agli studenti che hanno il diritto di volare in alto per costruire vita.