Home / Primo piano / Omicidio Ripepi a Piscopio -L’ex cognato resta in carcere e il figlio ai domiciliari

Omicidio Ripepi a Piscopio -L’ex cognato resta in carcere e il figlio ai domiciliari

Ha ottenuto gli arresti domiciliari Michele Ripepi, il 18enne fermato nella serata di mercoledì con l’accusa di concorso nell’omicidio del madre Massimo, ucciso a Piscopio, nel vibonese.

Il ragazzo, avrebbe aiutato lo zio nelle fasi successive l’omicidio, senza aver partecipato alla preparazione o esecuzione dell’agguato. Secondo l’accusa, sarebbe stato lo zio, Giuseppe Carnovale,  a compiere l’omicidio. All’uomo è stata invece confermata la convalida dell’arresto, dopo aver affermato di aver sparato lui ma non con l’intenzione di uccidere.

Leggi qui!

“Caso Miaramare” – Il processo contro Falcomatà e la sua Giunta rinviato a a ottobre

E’ stata rinviata al prossimo 17 ottobre l’udienza con il rito ordinario dinanzi al Tribunale …