Home / Primo piano / Chiesta incandidabilità per ex amministratori comunali di Briatico e Ricadi
fascia-sindaco

Chiesta incandidabilità per ex amministratori comunali di Briatico e Ricadi

Il ministero dell’Interno attraverso l’Avvocatura generale dello Stato e sulla scorta della legge antimafia ha chiesto alla Corte d’Appello di Catanzaro l’incandidabilità di cinque ex amministratori del Comune di Briatico e di tre ex amministratori comunali di Ricadi, ritenendoli tutti responsabili dello scioglimento dei due Comuni del Vibonese per infiltrazioni mafiose: Briatico nel 2011 e Ricadi nel 2014.

Per Briatico la richiesta di dichiarazione di incandidabilità interessa: Andrea Niglia (dichiarato candidabile in primo grado ed attuale sindaco di Briatico eletto nel 2014), l’ex vicesindaco Massimo La Gamba, gli ex assessori comunali Domenico Marzano e Gennaro Melluso e Milena Grillo. A Ricadi, invece la richiesta di incandidabilità riguarda l’ex sindaco Pino Giuliano, l’ex assessore all’Urbanistica ed ai Lavori pubblici Giuseppe Di Tocco e l’ex consigliere di minoranza Francesco Sarago’.

Leggi qui!

Calabrese: “Se fossi sindaco cercherei di avere chiara l’idea di città che voglio”

di Grazia Candido – Quando parla della sua città natale ha sempre parole d’amore e …