Home / In evidenza / Il re delle cravatte è calabrese, i suoi prodotti i più amati da vip e capi di Stato

Il re delle cravatte è calabrese, i suoi prodotti i più amati da vip e capi di Stato

Ci sono capi d’abbigliamento che magari si evolvono, ma non passano mai di moda.  Rientra a pieno titolo in questo gruppo la “cravatta”.  Un dettaglio di grande importanza nell’economia di un completo da uomo.

Oggi una delle maggiori eccellenze produttive è rappresentata da una firma tutta  calabrese.   E’ partito da Pizzo, dove è e cresciuto, e nel 1999 ha deciso di puntare tutto sul suo prodotto trasferendosi a Roma e fondando la Talarico Cravatte.  Da allora la sua è stata una vera e propria escalation a livello di brand.

In un ramo in cui la sartoria (come quella di Talarico) rischia di essere schiacciata da capi seriali e proposti a prezzi fin troppo aggressivi per una piccola bottega dalle multinazionali, poteva esserci solo una strada per imporsi sul mercato: quella della qualità assoluta.   Non a caso quano si parla di Talarico si fa riferimento a cravatte che finiscono addirittura addosso ad alcuni capi di Stato.  Qualche nome? Bush, Putin, Obama e il re di Spagna Juan Carlos.

Il brand, ormai, è noto in mercati come  Giappone, Stati Uniti, Russia e Corea del Sud.

Lo scorso 31 luglio Maurizio Talarico ha festeggiato 50 anni con un evento dedicato a cui hanno partecipato Bruno Vespa, Pier Ferdinando Casini, Giorgio Mulè, il principe Fulco Ruffo di Calabria, il residente Dobank Giovanni Castellaneta, l’ambasciatore d’Egitto sul territorio italiano Hesham Badr, l’amministratore delegato Zte Hu Kun, il direttore centrale di Fincantieri Paola Bulgarini.

Volevo un compleanno che fosse come una cena tra cari ‘vecchi’ amici” ha detto Talarico all’Adnkronos commentando l’esclusivo party tenutosi al crcolo romano dei Parioli Antico Tiro a Volo

Leggi qui!

Roccella Jonica celebra  la “Settimana della Memoria”

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Roccella Ionica, diretto da Bruna Falcone, in vista della …