Home / In evidenza / Calabria – Bilardi: “Stucchevole la gara al ribasso tra Scura ed Oliverio”
bilardi giovanni

Calabria – Bilardi: “Stucchevole la gara al ribasso tra Scura ed Oliverio”

“È divenuta ormai stucchevole la gara al ribasso tra Scura ed Oliverio su chi sia il peggiore amministratore ed ancor più deplorevoli i comportamenti del Ministro Lorenzin che risponde alle vere necessità dei Calabresi a colpi di dossier sulle gravi responsabilità di Scura ed Oliverio senza adottare alcuna soluzione”.
Afferma il senatore Giovanni Bilardi che aggiunge: “È notizia recente che già cinque direttori generali di Azienda ospedaliera e sanitaria sono stati premiati (complessivamente circa 50 mila euro da distribuire tra direttore generale, direttore sanitario ed amministrativo aziendale) per il raggiungimento degli obiettivi dopo la valutazione effettuata dal suo Dipartimento Tutela della salute.
Il medesimo Dipartimento disconosce o finge di disconoscere una legge della stessa Regione Calabria: la legge regionale n. 11/2004, art.14, comma 5, secondo capoverso, che recita testualmente “In ogni caso il mancato raggiungimento dell’equilibrio economico determina automaticamente la decadenza dell’incarico (del direttore generale)”.
I bilanci consuntivi dell’anno 2016 non sono reperibili o perché i direttori generali non li hanno ancora deliberati (nonostante la legge fissi come termine ultimo 180 giorni dalla chiusura dell’anno solare di riferimento, quindi lo scorso 30 giugno) o perché sono occultati in qualche cassetto del Dipartimento. Quindi, la Giunta di Oliverio non solo non ha decretato, come previsto dalla legge, la decadenza automatica dei direttori generali, ma li ha addirittura premiati. Come se non bastasse pochi giorni fa il Presidente della Regione ha chiesto ai direttori generali, non si sa bene in virtù di quale norma, di non liquidare il premio ricevuto. Ma una Regione si amministra con le sceneggiate o con il rispetto delle leggi?
Il Ministero della Salute ed il Ministero dell’Economia e Finanze, che sono co-protagonisti di questa vicenda, perché fingono di non vedere i verbali redatti dai Collegi sindacali in cui siedono professionisti designati dagli stessi Dicasteri?
Caro Oliverio, aggiornati sui bilanci dell’anno 2016 e vedrai che il deficit acclarato dal tavolo di verifica altro non è che la somma dei bilanci negativi delle Aziende realizzati dai direttori generali, in particolare le Asp di Cosenza, Crotone e l’Azienda Mater Domini.
Che dire inoltre dell’incontro avvenuto recentemente tra la Lorenzin e alcuni Sindaci della Locride? Si tratta dello stesso Ministro che venne in Calabria nel 2014, in particolare nel territorio reggino negli Ospedali di Melito Porto Salvo e di Locri promettendo a tutti mari e monti e, ovviamente, dimenticandosene subito dopo. Il colmo, e qui siamo alla sceneggiata, è che la Lorenzin anziché inviare negli ospedali medici ed infermieri, di cui si ha grande carenza, invia gli ispettori per accertare ciò che la Procura della Repubblica di Locri ha già accertato da tempo: inefficienza, fatiscenza e incapacità gestionale dei vertici aziendali.
Da medico professionista ho sempre posto al centro della sanità il paziente, ho sempre pensato che il servizio sanitario non significhi solo cure ospedaliere – dove dovrebbero essere trattate solo le patologie acute -, ma sia soprattutto prevenzione, che si esplica con il potenziamento di uomini e risorse delle strutture territoriali.
Da tempo questa Giunta regionale, in principalmente Oliverio, ha dimenticato il territorio e le esigenze dei pazienti, cioè tutto ciò che è alla base di una buona gestione della sanità. Ha dimostrato poca conoscenza delle problematiche sanitarie e sicuramente sarà così anche per quelle extra-sanitarie, incapacità programmatica, ma soprattutto grave ipoacusia bilaterale e gravissimo deficit di ascolto”.

Leggi qui!

Il successo delle luminarie a Diamante

Stanno davvero caratterizzando,  con  grande successo,   il periodo prenatalizio diamantese le  tre grandi luminarie  d’artista …