Cosenza: il programma del ''Festival Cinematografico della Calabria- La Primavera del Cinema Italiano'' PDF Stampa E-mail
Mercoledì 12 Dicembre 2012 20:04

Di seguito la nota dell'organizzazione: Sarà Emir Kusturica la star internazionale ospite del gran gala finale del “Festival Cinematografico della Calabria- La Primavera del Cinema Italiano”. Il regista bosniaco

dell’indimenticabile “Arizona Dream” sarà tra i protagonisti del festival. Uno degli interpreti più ispirati del cinema contemporaneo. Una grande stella, tra i suoi successi più recenti il documentario dedicato alla figura mitica del campione mondiale Maradona. Il regista Kusturica sarà ospite dell’ultima serata del cartellone, sabato 22 dicembre.

 

Sarà, invece, l’affascinate Catherine Spaak  ad aprire il “Festival Cinematografico della Calabria- La Primavera del Cinema Italiano”.  Attrice, scrittrice, giornalista e conduttrice televisiva sarà ospite della prima serata del festival, venerdì 14 dicembre, alle ore 18, sul palco del Supercinema Modernissimo di Cosenza. Una serata dedica ai 50 anni de “Il Sorpasso” , il capolavoro di Dino Risi che  consacrò la Spaak, talentuosa interprete di origine francese, stella del cinema italiano. Durante la serata a Catherine Spaak sarà consegnato il Premio Federico II.  A seguire la proiezione della copia restaurata del film.

 

 

Il Festival continuerà sabato 15 dicembre, con una lunga maratona di proiezioni di film e l’incontro con il regista Claudio Giovannesi  che presenterà la pellicola  “Ali ha gli occhi azzurri”, che ha ottenuto il premio della giuria all’ultima edizione del Festival di Roma.  Il regista di “Fratelli d’Italia” (documentary-film del 2010 sull’immigrazione e l’integrazione culturale) e de “La casa sulle nuvole” aprirà la sezione  “Set Italiani” con il suo ultimo lavoro “Ali ha gli occhi azzurri”,  al Cinema San Nicola di Cosenza, alle ore 20.

 

In programma domenica 16 aprile, alle ore 12, per la sezione “Primavera off” in Piazza XI Settembre, un incontro al Mab con la celebre attrice teatrale e cinematografica Nancy Brilli. Un chill out con la protagonista dello spettacolo “La locandiera” che aprirà la stagione di prosa del Teatro Rendano. Per l’occasione “La Primavera del cinema italiano” le consegnerà il prestigioso Telesio d’argento.

 

A seguire nel pomeriggio, alle 17.30, La Primavera del Cinema si sposterà negli spazi della libreria Ubik  per la sezione “Parole di Celluloide”. La kermesse quest’anno si arricchisce di momenti dedicati alla letteratura e al cinema, come l’incontro con Don Dario Viganò. Il Presidente della Fondazione Ente dello spettacolo presenterà il suo ultimo libro “La maschera del potere”, a seguire la proiezione del video.

 

Questi sono solo alcuni dei grandi nomi che attraverseranno il red carpet de “La Primavera del Cinema Italiano” 2012.

 

Dal 14 al 22 dicembre, attori e registi di fama nazionale e internazionale popoleranno le nove giornate, tra proiezioni di film, incontri- dibattiti, presentazioni di libri, concerti ed eventi glamour. Una full immersion nelle nuove tendenze del grande schermo.

 

Le star che calcheranno il red carpet de “La Primavera del cinema italiano”:

Catherine Spaak, Claudio Giovannesi, Veronica Polacco, Marco Brandizi, Nancy Brilli, Don Dario Viganò, Chiara Ottaviani, Giacomo Battaglia, Luigi Miseferi, Mimmo Calopresti, Giacomo Scarpelli, Filiberto Scarpelli, Michele Placido, Vinicio Marchioni, Claudia Gerini, Jasmine Trinca, Emir Kusturica, Fabio Mollo, Thony, Margherita Mannino, Carolina Crescentini, Giovanna Taviani, Salvatore Striano, Silvia D’Amico, Tatiana, Galdo, Elena Fonga.

 

Cosenza sarà lo scenario di una kermesse che si distingue per la sua originalità nel panorama nazionale: un festival con su due comode scarpe da tennis! L’inconfondibile logo che lancia un evento fuori dagli schemi e che promuove i nuovi talenti del cinema italiano, questa volta sotto il sole del Sud.

Il programma della kermesse è stato presentato nella sede di Confindustria Cosenza, in via Tocci.  Al tavolo dei relatori: il Presidente della Fondazione Calabria Film Commission Gianluca Curti, il delegato della Presidenza regionale ai rapporti con la Film Commission  Giuseppe Agliano, il Presidente della Fondazione Carical, Mario Bozzo; l’assessore alla comunicazione del comune di Cosenza, Rosaria Succurro; il presidente di Confindustria-Cosenza Renato Pastore. Il programma della manifestazione è stato presentato dal direttore artistico del festival Alessandro Russo e  dal presidente dell’associazione culturale “Le Pleiadi” Giuseppe Citrigno.

 

Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo Presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Organizzato dalla Fondazione Calabria Film Commission all’interno del Primo Festival cinematografico della Calabria. Realizzato  a valere sui fondi dei nuovi eventi culturali innovativi- Por Calabria- FESR 2007/2013 Asse V – linea di intervento 5.2.3.1.

 

“Siamo riusciti a mettere in campo in poco tempo un progetto ambizioso, vincendo un bando europeo – spiega nel suo intervento il Presidente Curti – La Film Commission che io coordino ha incontrato, in questi mesi, grandi professionalità del territorio. A Reggio Calabria, come a Catanzaro e a Cosenza abbiamo riunito eventi cinematografici prestigiosi e abbiamo stilato un piano di costi riuscendo a risparmiare il 30% della spesa. I tre festival avranno così la serenità di un sostegno economico per tre anni di progettualità.”

 

“Si tratta di un progetto di altissima qualità- spiega Giuseppe Agliano – che la Regione Calabria ha voluto sostenere attraverso la Film Commission. Il primo festival cinematografico della Calabria è rientrato in uno dei sette grandi eventi che saranno finanziati dall’UE. I tre festival che compongono il progetto conserveranno le loro identità e al contempo godranno di una rete che supporterà tecnicamente ed economicamente.”

“La Primavera del cinema torna e all’interno di un grande progetto regionale – questo il commento di Giuseppe Citrigno patron della manifestazione- a conferma che nelle precdenti edizioni abbiamo seminato bene. E’ doveroso, inoltre , ringraziare l’amminiostrazione comunale  di Csoenza che è da sempre al fianco del festival  fornendo alcune location.  Come il Cinema A. Tieri e il gran gala finale che sarà allestito sul palco dello storico Teatro Alfonso Rendano”.

“Saranno nove giornate intense tra dibattiti, proiezioni di film, mostre fotografiche, concerti ed eventi speciali – dichiara il direttore artistico Russo - E quest’anno avremo anche una star internazionale, il regista bosniaco Emir Kusturica che chiuderà il festival il 22 dicembre. Uno special guest che sarà ospite di una serata in cui si rifletterà sul futuro del cinema europeo e sul ruolo della Calabria come ponte sul Mediterraneo.”

Le sei pellicole in concorso, proiettate al Cinema Citrigno e al Cinema San Nicola, sono tra le novità più interessanti del panorama nazionale.

“Posti in piedi in paradiso” di Carlo Verdone; “Magnifica presenza” di Ferzan Ozpetek; “Romanzo di una strage” di Marco Tullio Giordana; “Viva l’Italia” di Massimiliano Bruno, “Tutti i santi giorni” di Paolo Virzì ed “E’ nata una star” di Lucio Pellegrini.

Tutti potranno vedere i film in concorso nelle sale, durante le nove giornate del festival, al prezzo simbolico di un euro. A giudicare le pellicole e a decretare il vincitore dell’edizione 2012, anche quest’anno sarà il pubblico in sala, compilando apposite schede di gradimento. La kermesse prevede, inoltre, la proiezione di altri film fuori concorso:

“Il sorpasso” di Dino Risi; “Itaker- Vietato agli italiani” di Tony Trupia; “Ali ha gli occhi azzurri” di Claudio Giovannesi,“Grande grosso e Verdone” di Carlo Verdone; “Ciliegine” di Laura Morante; “Terra Matta” di Costanza Quatriglio;  “Piazza Garibaldi” di Davide Ferrario; “Quel che resta” di Laszlo Barbo; “Stromboli terra di Dio” di Roberto Rossellini ( copia restaurata dalla cineteca di Bologna); “PierPaolo Pasolini- Le ragioni di un sogno” di Laura Betti; “Tormenti” di Filiberto Scarpelli; “Cesare deve morire” di Paolo e Vittorio Taviani; “La guerra dei vulcani” di Francesco Patierno; “Il mundial dimenticato” di Lorenza Garzella, Filippo Macelloni; “Arizona Dream ” di Emir Kusturica; “Zero a zero” di Paolo Geremei; “1960” di Gabriele Salvatores; “I piccioni di Venezia” di Francesco Pasinetti; “Maradona” di Emir Kusturica; “Workers” di Lorenzo Vignolo; “Una bella vacanza” di Fabrizio Corallo; “Due amici” di Francesco Gallo e Francesco Vilotta; “The world will note” di Matteo Scarfò; “Mi manca Riva” di Giuseppe Gagliardi.

Un festival che non dimentica la solidarietà. 1 euro, il costo simbolico del biglietto. L’intero incasso sarà devoluto alla comunità colpita dal terremoto di Mormanno.

 

“Le novità dell’edizione 2012 non si fermano qui! – promettono il presidente dell’associazione “Le Pleiadi” Giuseppe Citrigno e il direttore artistico de “La Primavera del Cinema Italiano”, Alessandro Russo – Sorprese che prevediamo graditissime al pubblico”.

Tornano anche le prestigiose mostre fotografiche ospitate dalla kermesse.

Mercoledì 19 dicembre, alle ore 18, negli spazi del Cinema Citrigno, il celebre regista Mimmo Calopresti, inaugurerà la mostra fotografica “Il Cinema secondo PierPaolo Pasolini”. Ideata  e prodotta dalla Cineteca di Bologna.

A seguire, nella sala due del Citrigno, per la sezione “Conversazioni sul cinema” il regista Calopresti affronterà la poetica di Pasolini grazie al saggio di “Corpus Paolini” e il film di Laura Betti “ Pier Paolo Pasolini le ragioni di un sogno”.

A chiudere la serata, alle ore 21, un omaggio allo sceneggiatore Furiso Scarpelli con la proiezione al Cinema Citrigno  del film “Tormenti” del regista Filiberto Scarpelli per la sezione “Set italiani”.

In programma, Domenica 16 dicembre, anche la proiezione dell’anteprima del film di Max Mazzotta “Fiabeschi torna a casa”, alle ore 20.30, al Cinema San Nicola. A seguire, il concerto di Mazzotta accompagnato dalla sua band.

 

Lunedì 17 dicembre per la sezione “Panorami doc”, “Terra matta” di Costanza Quatriglio, proiettato alle ore 18.30, al Cinema San Nicola. In programma anche l’incontro con la produttrice Chiara Ottaviano.

Il festival continua martedì 18 dicembre , con la sezione “Parole di celluloide”, alle ore 17, nella sede di Confindustria con la presentazione del libro “Clint Eastwood” interverranno: Alessandro Canadè e Alessia Cervini.

Al Supercinema Modernissimo, invece, alle ore 18.30, in programma la proiezione speciale della pellicola “Quel che resta” regia di Laszlo Barbo.  In scaletta anche l’incontro con gli interpreti del film, Battaglia e Miseferi.

A seguire, nella stessa sala, alle 20.30,  per la sezione “Evento” la proiezione della copia restaurata del capolavoro di Roberto Rossellini “Stromboli Terra di Dio”.

 

Giovedì 20 dicembre, per la sezione “Proiezione speciale” il film “Cesare non deve morire” di Paolo e Vittorio Taviani.  A seguire l’incontro- dibattito con la regista Giovanna Taviani nella casa circondariale di Cosenza, alle ore 10.30. Un evento in collaborazione con la L.I.D.U.

La serata conclusiva del festival si svolgerà, sul palco del Teatro Rendano, con il tradizionale red carpet e la passerella di star ospiti della cerimonia di consegna del Premio Federico II. La prestigiosa statuetta che rappresenta l’ottagono, simbolo della storia della città di Cosenza.


 
WideAdatta allo schermo

Ultime notizie

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Strill.it su Fb

v1.1