• Home / Primo piano / Circense ucciso, Alex Orfei condannato a 15 anni e mezzo
    Sanità, assolti quattro medici dell' ospedale di Gioia Tauro

    Circense ucciso, Alex Orfei condannato a 15 anni e mezzo

    Il gup di Vibo Valentia, Gabriella Lupoli, ha condannato a 15 anni e sei mesi di reclusione Alex Orfei, di 32 anni, titolare dell’omonimo circo, per l’omicidio di Werner De Bianchi, 37 anni, dipendente dello stesso Orfei, avvenuto il 12 agosto scorso a Santa Domenica di Ricadi. L’omicidio secondo la ricostruzione degli investigatori, avvenne al culmine di un’aggressione messa in atto da Orfei ai danni di De Bianchi insieme ad altre tre persone. Il pm, Benedetta Callea, aveva chiesto la condanna di Orfei a 30 anni di reclusione, mentre la difesa dell’imputato aveva sostenuto la tesi dell’omicidio preterintenzionale chiedendo l’esclusione dell’aggravante della premeditazione. Il giudice si è pronunciata per la volontarietà dell’omicidio ed ha accolto la richiesta di insussistenza della premeditazione. “Prendiamo atto della condanna in ordine al riconoscimento della volontà omicidiaria – ha affermato l’avvocato Riccardo Rosa, difensore di parte civile in rappresentanza dei familiari di De Bianchi – ma riteniamo la sentenza, sotto il profilo dell’entità della pena, moralmente inaccettabile. Aspettiamo comunque le motivazioni”. I tre presunti complici di Orfei, di nazionalità romena ed anche loro dipendenti dell’omicida, sono attualmente sotto processo con rito ordinario.