• Home / CITTA / Reggio Calabria / Falcomatà incontrerà i rappresentanti dei lavoratori della Città Metropolitana e le organizzazioni sindacali

    Falcomatà incontrerà i rappresentanti dei lavoratori della Città Metropolitana e le organizzazioni sindacali

    Si è riunita la RSU della città metropolitana per esaminare la situazione contrattuale ed organizzativa, ha aperto i lavori il coordinatore Antonio Romeo informando i presenti della disponibilità del sindaco ad incontrarsi con le parti sociali nella prossima settimana, così mantenendo l’impegno di “dare risposte” rispetto alla riunione del 22 ottobre tenutasi presso palazzo Corrado Alvaro con le OOSS territoriali e la stessa RSU. Sono presenti alla seduta del 07/11 i componenti la RSU Cilona Rosario, Fanti Domenico, Fedele Mario, Ferraro Maria, Festa Elena, Fortugno Bruno, Foti Felice, Scoglio Francesco, Suraci Paolo; mentre le OO.SS. territoriali sono rappresentate dal segretario generale della CGIL-Fp Francesco Callea,e la CISL-Fp da Adolfo Romeo delegato ai rapporti politici e sindacali, presenti pure Barreca Luisa, Briante Loredana. Si sono registrati numerosi interventi tendenti a sottolineare la mancanza di volontà politica ad intervenire nelle dinamiche contrattuali ed economiche – seppur modeste – del personale per spezzare una contrapposizione, mai vista in precedenza, tra la dirigenza apicale di palazzo Corrado Alvaro ed il Sindacato – che parte da lontano – dallo stravolgimento del regolamento della C.M. – frutto di un lavoro di coordinamento tra la RSU e le OO.SS e di collaborazione con il vicesindaco Avv. Riccardo Mauro – poi tradotto in delibera sindacale; tale conflittualità trova momenti più aspri nelle dinamiche contrattuali con proroghe, ultrattività contratto di transizione e momenti positivi con l’approvazione del CCI 2018/2019 in via definitiva il 28 dicembre, ma che poi registra assolute negatività nella parte applicativa. La RSU nella sua totalità dei componenti e le organizzazioni sindacali presenti CISL e CGIL ribadiscono che anche il contratto integrativo 2019 nella parte riguardante la PEO va applicata ai dipendenti per come previsto dall’art.16 comma 2 CCNL funzioni locali 2016/2018: le circolari e i pareri lasciano il tempo che trovano d’altronde la nota dei segretari nazionali CGIL CISL del 27/09/2019 al presidente dell’Aran parla di erronea interpretazione del suddetto articolo da parte della Ragioneria dello Stato. Infine la RSU delibera all’unanimità di tutelare ad oltranza quel 25% del personale che verrebbe penalizzato rispetto all’applicazione di criteri unilaterali da parte dell’amministrazione, e quindi qualora le richieste non verranno accolte la RSU si impegna a convocare un’assemblea del personale confermando lo stato di agitazione e adottando le clausole di raffreddamento, di cui all’art 10 CCNL sino all’incontro con il sindaco metropolitano, di informare le organizzazioni sindacali presenti ed assenti alla riunione per gli adempimenti di loro competenza e la partecipazione alle iniziative.