• Home / CALABRIA / Reggio Calabria, i cittadini di Mosorrofa: “Nella zona continua la crisi idrica, soldi spesi inutilmente?”

    Reggio Calabria, i cittadini di Mosorrofa: “Nella zona continua la crisi idrica, soldi spesi inutilmente?”

    Crisi idrica a Mosorrofa: soldi spesi inutilmente?

    E’ questo l’interrogativo che i cittadini di Mosorrofa si sono posti dopo la conclusione dei lavori, effettuati nel mese di giugno, per riparare un tratto di condotta idrica lungo la strada che porta a San Salvatore. I 73 mila euro finanziati dalla Sorical (società  a prevalente capitale pubblico della Regione Calabria) al Comune di Reggio Calabria che avrebbero dovuto consentire di risolvere  i noti problemi di interruzione dell’erogazione idrica fin dalle prime ore mattino, non sono serviti a nulla. Eppure, secondo il delegato del Sindaco al servizio idrico Paolo Brunetti è vero il contrario, tanto che,  in data 21/6/19 diffondeva una nota stampa affermando testualmente: “Possiamo finalmente iniziare dei lavori tanto attesi dai cittadini coi quali è doveroso scusarsi e, al tempo stesso, porgere loro un ringraziamento per la pazienza dimostrata in tre anni in cui si sono accumulati ritardi dovuti ad un iter burocratico particolarmente complicato. L’installazione della nuova condotta sarà un intervento risolutivo che doterà le abitazioni e gli esercizi commerciali di un maggiore flusso d’acqua visto l’approvvigionamento da un altro pozzo. Non è stato semplice, ma ci siamo riusciti”.  Ad oggi 9 settembre 2019,   a due mesi dalla conclusione dei lavori, i casi sono due: o gli amministratori vivono in un’altra dimensione,  oppure i residenti della frazione Mosorrofa del Comune di Reggio Calabria, costretti a sobbarcarsi  da anni spese di  acquisto di serbatoi , di corrente elettrica per  le autoclavi e di  tariffe idriche elevatissime,  sono in preda a una sorta di follia collettiva.

    Il consiglio pastorale parrocchiale Parrocchia San Demetrio Mosorrofa