• Home / In evidenza / Reggio Calabria, Musarella: ‘Hanno arrestato molti protagonisti, ora ciascuno si assuma responsabilità’

    Reggio Calabria, Musarella: ‘Hanno arrestato molti protagonisti, ora ciascuno si assuma responsabilità’

    Di seguito la nota di Giuseppe Musarella (Ethos Reggio Calabria)

    Hanno indagato e/o arrestato molti dei protagonisti della vita sociale, economica e politica reggina
    degli ultimi vent’anni, siano essi appartenenti ad un modello o ad una svolta. Sono cambiati i
    nomi del Sindaco, degli Assessori, dei Consiglieri. Le maggioranze consiliari sono state
    rappresentate ora da questo partito di centro destra, ora da quest’altro di centro sinistra.
    Responsabili e Dirigenti delle amministrazioni locali, dei sindacati, delle associazioni di categoria
    locali si sono avvicendati nel corso di questi ultimi 18 anni. Addirittura, in barba alla crisi
    economica, si sono moltiplicati i fondi europei a disposizione dei pubblici amministratori per
    migliorare la qualità della nostra vita, tutelando l’ambiente ed offrendo possibilità di impiego per i
    giovani. Eppure non è mai cambiato il risultato di questo loro agire, finito con l’essere quasi
    sempre argomento di interesse giudiziario ed emblema della loro incompetenza ed inefficienza. Il
    solo risultato tangibile, infatti, contaminato dalla corruzione di amministratori pubblici,
    imprenditori, liberi professionisti, sindacalisti, rappresentanti dell’associazionismo e
    dall’indifferente ignoranza degli elettori, è stato quello di creare sempre più disagio tra la quasi
    totalità delle persone che vivono a Reggio e di restituire montagne di euro all’Unione Europea
    perché non in grado di utilizzarli. Non sono casi, ne tragiche fatalità il calo demografico ed il
    peggioramento “statistico” della qualità della vita. I fatti dimostrano ineluttabilmente quanto la
    questione non dipenda dal colore politico di questo o quel personaggio, ma dal metodo che
    quotidianamente si pratica e che conseguentemente si intende applicare nelle cose che si fanno.
    Coerenza e credibilità assumono, dunque, un ruolo fondamentale. C’è poco da dire e da scrivere,
    ma c’è molto da analizzare nella coscienza di ciascuno di noi, perlomeno in relazione alla storia
    politica, amministrativa e sociale che noi reggini abbiamo deciso di dare al territorio che abitiamo
    ed in cui viviamo. Quindi, partiti, sindacati, associazioni, movimenti ed elettorato, cosa volete
    fare? Continuare a dare fiducia a questi individui e perseverare lungo il cammino intrapreso?
    Intendete rispettivamente riproporre e rivotare chi è stato arrestato o indagato? Chi non ha mai
    assunto posizioni nette di contrasto alla ndrangheta ed alla corruzione, continuando a camminare
    e farsi fotografare con mafiosi o imprenditori collusi? Chi non parla mai di etica e di legalità? Chi
    fa del clientelismo la propria arma elettorale? Chi non ha mai davvero lavorato per gli altri? Chi
    non è riuscito ad attrare ed utilizzare gli enormi finanziamenti europei? Chi ha determinato
    disservizi e tasse? Chi ha frodato e vilipeso la Città ed i cittadini? Insomma, cosa avete intenzione
    di fare e come volete agire? Ethos è disponibile al confronto sulle tante possibili idee per il rilancio
    di Reggio con quanti, tra partiti, associazioni o liberi cittadini vorranno discutere di etica e di
    legalità come presupposto di qualunque programma o candidatura e come metodo di governo, con
    la consapevolezza che per avere risultati diversi, bisogna pensare ed agire diversamente…
    Il Presidente
    Giuseppe Musarella