• Home / Primo piano / Codacons: Una “taglia” per individuare chi ha offeso un disabile a Bovalino

    Codacons: Una “taglia” per individuare chi ha offeso un disabile a Bovalino

    “Gli handicappati dovete tenerli a casa”.

    Non ci sono commenti su quanto accaduto a Bovalino, dove un “turista” ha ritenuto di dover insultare la mamma di un bambino autistico, colpevole di non comportarsi in maniera civile.

     

    Questo genere di azioni devono essere denunciate e questi “signori” devono essere mortificati, isolati e condannati.

    Del resto, come sostiene la giurisprudenza, 

    chi offende un soggetto debole offende un’intera comunità, offende tutti noi.

    Da qui l’appello del Codacons che ha deciso di mettere una vera e propria “taglia” per riuscire a trovare elementi utili ad individuare questo grandissimo idiota.

    L’associazione si rivolge a tutti coloro che frequentano le spiagge di Bovalino affinché contribuiscano a far sentire “signori” come il protagonista di questa vicenda, quello che sono: esseri piccoli e stupidi.

    Facciamo sentire forte l’indignazione della Calabria dinnanzi a queste barriere mentali.

    Il Codacons chiede a chi ha assistito alla scena di inviare video, foto e ogni elemento utile a “svergognare” l’autore di questo schifo.

    Il modo migliore per sostenere questa famiglia è riuscire ad individuare l’autore di quegli insulti.

    Chiunque abbia indicazioni può scrivere a codaconscalabria@gmail.com