• Home / CITTA / Reggio Calabria / Braccialetto elettronico non funziona, boss affitta casa per essere reperibile

    Braccialetto elettronico non funziona, boss affitta casa per essere reperibile

    “Fuori dal carcere Nicola Bonavota, (da ben due mesi…) presunto killer della omonima cosca di Sant’Onofrio (VV) , che abbiamo avuto il ‘privilegio’ di intervistare , ai domiciliari con braccialetto. Che ne dice Matteo Salvini?” Lo scrive sul suo profilo twitter Klaus Davi.

    Il Bonavota è potuto tornare a vivere a casa, benché due suoi fratelli siano latitanti e sia accusato di reati gravissimi. Basta un braccialetto elettronico per assicurare alla comunità  che non commetta altri reati e non uccida altre persone? Klaus Davi aggiunge particolari : poiché nella sua villa di Sant’Onofrio il braccialetto non prendeva, ha avuto il ‘privilegio’ di affittare una casa (chissa chi paga l ‘ affitto e se lo paga ) per essere ‘reperibile…..

     

    Klaus Davi realizzo proprio con il Bonavota una movimentata intervista tra i video di Ndrangheta in assoluto piu visti sul web. https://www.youtube.com/watch?v=wyxUMirRG7I