• Home / In evidenza / Secondo Memorial Lucia per Hospice, il cuore di Reggio dona quasi 8mila euro

    Secondo Memorial Lucia per Hospice, il cuore di Reggio dona quasi 8mila euro

    di Grazia Candido – 7.629,49 euro donati all’Hospice Via delle Stelle. Un “semplice” pezzo di carta con una cifra importante rispecchia l’amore e la voglia di una giovane Angelita Racco che, insieme al grande cuore di Reggio Calabria, è riuscita a dare una piccola “boccata” d’ossigeno ad una delle strutture sanitarie che eroga servizi per garantire la dignità e la qualità di vita alle persone fragili e ai loro cari in una fase particolarmente delicata e complessa della propria vita.

    Per il secondo anno consecutivo, Angelita insieme a Pasquale Di Lorenzo, fratello di Lucia prematuramente scomparsa, ha organizzato il secondo memorial “Lucia per Hospice”, una due giorni di puro e sano sport al circolo del tennis “Polimeni”.
    Un lavoro certosino quello svolto da Angelita e da tutto il suo staff non solo per ricordare un’amica andata via troppo presto ma anche per aiutare un fiore all’occhiello della città, quale l’Hospice, amorevolmente seguito dal dottor Vincenzo Trapani Lombardo (presidente Fondazione Via delle Stelle) e da operatori altamente qualificati nel settore.
    “Quest’anno abbiamo raccolto una cifra importantissima e siamo più che soddisfatti – afferma l’ideatrice del memorial – Sono stati due giorni intensi anche se il nostro lavoro è partito lo scorso Febbraio facendo un’informazione a tappeto su tutti i dispositivi internet e giornali. Il mio grazie va a coloro che ci hanno aiutato, al presidente Igino Postorino del circolo del tennis “Rocco Polimeni” che ha messo gratuitamente a disposizione la struttura, al signor Claudio Panella che ci ha permesso di acquisire gratuitamente il camion per trasportare le bike, all’impresa Caridi, al mio amico Alessandro Lamberti Castronuovo, al professore Battaglia insieme all’Istituto superiore “Severi” di Gioia Tauro, alla Garibaldina, all’Admo bike team Reggio Calabria, a tutto lo staff, agli allievi che hanno partecipato massicciamente alla due giorni di sport e a tutti i reggini che hanno avuto fiducia in questa iniziativa. L’anno scorso abbiamo fatto il nostro primo memorial raccogliendo 4.700 euro – continua Angelita – quest’anno abbiamo quasi raddoppiato e, sinceramente, non me lo aspettavo. L’Hospice non è solo il memorial per Lucia, ha bisogno di aiuto sempre e tramite l’Iban di riferimento, è possibile fare donazioni 365 giorni l’anno”.
    Chi non ha conosciuto Lucia può solo immaginare la bellezza di una donna che si è sempre spesa per il prossimo e che sino all’ultimo suo respiro, ha continuato a pensare a chi rimaneva qui senza di lei. Ma basta guardare gli occhi del fratello Pasquale per cogliere solo una parte della vera bellezza umana.
    “Già penso al prossimo anno e speriamo di fare ancora meglio – aggiunge Pasquale tenendo tra le mani l’assegno che consegnerà al dottor Trapani – Sicuramente, il motore di questo evento è Angelita, un vulcano di idee e di sentimenti puri che si è messa subito all’opera per aiutare questa struttura che ha ospitato nell’ultimo mese di vita mia sorella. Lucia ci ha lasciato in eredità un dono: il sorriso e cerchiamo di riproporlo sempre seguendo il suo insegnamento di vita di aiutare il nostro prossimo. Anche io ringrazio tutti quelli che ci hanno sostenuto e in particolar modo, il Cral dove lavorava mia sorella, la sua seconda famiglia”.
    Nella frenesia che accompagna le nostre vite non ci fermiamo un attimo a riflettere su ciò che conta davvero: l’amore, la solidarietà, i più bisognosi.
    A volte basta davvero poco, un sorriso donato agli altri, l’emozione di un abbraccio, prendersi cura del malato senza fargli perdere la propria dignità. Questo lo sa bene il dottor Trapani Lombardo che conclude: “Non mi aspettavo di ricevere questa cifra. Già l’anno scorso, il gruppo di Angelita aveva contribuito in maniera consistente con una buona donazione, quest’anno ha più che raddoppiato. Raccogliere quasi 8 mila euro in due giorni non è facile. So della generosità di questa città, dell’impegno di tante persone e mi associo a tutti i ringraziamenti ma vorrei ringraziare in particolar modo il dottor Postorino che ci è sempre stato vicino con il Circolo del tennis e con tutte le iniziative fatte per l’Hospice. Angelita oramai fa parte del nostro staff, ricordare Lucia in questa maniera è la cosa più bella. Il mio rammarico in questo momento è che le istituzioni non capiscono o non vogliono capire quale è la reale situazione dell’Hospice. Ma noi non molliamo”.