Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria: rifiuti, situazione sbloccata. Andriani: “Solo proclami plateali”

Reggio Calabria: rifiuti, situazione sbloccata. Andriani: “Solo proclami plateali”

Le foto scattate stamani lungo la strada di Terreti e Pietrastorta non avrebbero bisogno di commenti, ma è opportuno precisare che in uno dei due siti, rappresentati dallo scatto, esistono le telecamere, quindi basterebbe controllarle. I luoghi indicati sono discariche a cielo aperto  e la copiosità dei rifiuti dimostra che i responsabili non possono essere i cittadini residenti, bensì coloro che dalla città raggiungono il posto ed, indisturbati, si liberano dei rifiuti che non  solo domestici ma “speciali”,  molto rischiosi per ambiente e salute.

 

Siamo conspevoli che i siti periferici citati non fanno ancora parte della mappa prevista nella raccolta differenziata , ma  hanno il diritto al servizio e relativo controllo sia per i residenti, che per eventuali gitanti e turisti che percorrono queste strade per raggiungere Gambarie.

E’ chiaro che la Reggio “civile” è favorevole ai controlli, alla pulizia, al decoro ed una normale amministrazione è in possesso di strumenti legtittimi ed idonei per risolvere la  drammatica questione.

Non ci convincono la platealità ed il fumo negli occhi..

Se questa ordinaria attività, operata ora con carattere d’urgenza, si fosse svolta  con diligenza  in questi ultimi cinque anni, la situazione non sarebbe degenerata.  L’amministrazione non è stata capace di elaborare un idoneo programma di raccolta, smaltimento e relativo controllo. Non si è stati in grado di proporre un’alternativa al sistema precostituito in termini di affido del servizio, aumento del personale e relativi costi.

Tale operazione di rimedio  per la raccolta in ermergenza straordinaria, quanto costa in più  all’Amministrazione ed ai reggini?

Responsabile MAC  Gabriella Andriani

 

Leggi qui!

Hospice, Siclari: “Ho discusso un’alternativa valida per scongiurare la chiusura”

«L’Hospice è una delle poche realtà eccellenti di tutta la sanità calabrese che, come ormai …