Home / Primo piano / Reggio – Emergenza rifiuti: via a denunce e identificazioni, si aprono i sacchi

Reggio – Emergenza rifiuti: via a denunce e identificazioni, si aprono i sacchi

Giuseppe Falcomatà ha affidato al fido vice Armando Neri il compito di venire a capo di un’emergenza che, in queste settimane, sta avvolgendo Reggio Calabria.

Il metodo, i tempi e il funzionamento della differenziata, risiedono su un tavolo differente di discussione rispetto a quella che andrebbe fatta per capire dove si annidano veri e propri bacini di inciviltà.

Molto spesso chi non fa la differenziata non è solo un incivile, ma è anche e soprattutto un evasore.  Tanti fantasmi, infatti, sono impossibilitati ad avere i mastelli perché, magari, non hanno un’utenza attiva relativa ai tributi comunali.

Che si abbia, però, a che fare con un caso o con l’altro, adesso il Comune fa sul serio. Ad annunciarlo è lo stesso Armando Neri tramite un post Facebook.

“Tolleranza zero  – scrive – per i trasgressori. L’abbiamo detto, lo abbiamo fatto e non ci fermeremo qui.
Stiamo aprendo le buste.
Faremo sanzioni e segnalazioni alle autorità competenti.
Guardate qui, ad esempio.
Stamattina insieme all’ispettore ambientale di Avr abbiamo lavorato per strada. Aprendo le buste abbiamo trovato lo scontrino di una ricarica telefonica, con tanto di numero di cellulare. Sono indeciso se chiamarlo, ma finirei per inveirgli contro, perchè non tollero davvero certi comportamenti, per indole ed educazione ricevuta.
La Polizia Municipale e le autorità competenti risaliranno all’autore dell’abbandono abusivo di spazzatura, che credo si pentirà di aver sporcato la nostra bellissima Città.
#manonsivergognano?”.

Leggi qui!

Falcomatà: “Manifestazione del 22 giugno apra riflessione sul ruolo del Sud”

Ha avuto luogo a Palazzo San Giorgio l’incontro sul tema “Verso la manifestazione nazionale del …