• Home / CITTA / Reggio Calabria / Reggio Calabria, Consiglieri comunali Fi: “Castorina, ennesima caduta di stile”

    Reggio Calabria, Consiglieri comunali Fi: “Castorina, ennesima caduta di stile”

    L’ignoranza è la condizione che qualifica l’ignorante, colui che ha trascurato la conoscenza di determinate cose che si potrebbero o dovrebbero sapere: il consigliere Castorina, purtroppo non solo per il Pd reggino, ignora molte cose. La maldestra uscita del giovanotto capogruppo al consiglio comunale contro l’on. Cannizzaro, denota la solita arroganza puerile e la fastidiosa saccenza che ha contraddistinto il suo agire, e non solo, per tutta la durata di questa ormai moribonda legislatura cittadina, fortunatamente.

    L’”arrampicatore” politico dimentica circostanze, ignora molte cose e tante altre le mortifica con interpretazioni proprie che sono al limite del buon gusto. Dimentica l’appello fatto proprio dal primo inquilino del comune alla classe parlamentare reggina per fare fronte comune a difesa della città e, soprattutto, dimentica che l’on. Francesco Cannizzaro è l’unico deputato reggino che appartiene alla Commissione Bilancio della Camera che, ricordiamo, è l’organo preposto alla discussione ed all’approvazione degli emendamenti interessati. Ed oggi, di cosa lo si accusa, di essersi mosso subito con la vice Ministra Castelli mentre a Reggio ancora si discuteva sul da farsi, o sul fatto che abbia ritenuto opportuno ringraziarla attraverso un comunicato stampa per quanto realmente fatto? Di sicuro, a differenza di altri, non è sua consuetudine prendersi meriti che non ha conquistato e nessuno, per questa ragione, può permettersi il lusso di mettere in dubbio il suo grande impegno e l’instancabile lavoro profuso a difesa delle norme che, ci auguriamo, possano aiutare Reggio Calabria ad uscire da una situazione drammatica.

    E’ bene ricordare che durante le molteplici ore di discussione, rinvii, modifiche e quant’altro si sia reso necessario all’approvazione dell’emendamento citato, che è stato sottoscritto dall’On. Cannizzaro oltre che dai relatori,  altra grave lacuna dell’ignaro Castorina, nessun esponente del PD si è speso o prodigato e tanto meno risulterebbe un voto a favore. E sempre l’incauto Castorina dovrebbe approfondire meglio i contenuti delle sue frasi, visto che l’emendamento portato dal relatore è stato redatto dal Governo, e non nelle stanze del comune reggino. Addirittura, citando un ‘uscita del sindaco di qualche giorno addietro, lo spericolato consigliere ignora che l’emendamento a cui si riferiva Falcomatà nel comunicato, non è lo stesso di quello approvato, avendo subito successivamente una profonda modifica proprio nelle stanze di Governo. Forse è il patetico tentativo di sviare l’attenzione dalla “caccia spietata” ai cittadini “lordazzi” di Reggio Calabria che, in barba agli 007 di Palazzo San Giorgio, ogni giorno gettano RIFIUTI, guarda caso, nell’immondizia.

    Oppure aspira ad un ruolo di inviato speciale di Striscia la Notizia dove, al posto dello sketch del compianto Totò, potrebbe apparire il Castorina che recita la citazione che tanto a cuore gli sta. La verità è che, purtroppo, risulta sgradevole ma doveroso replicare a chi, da componenti del proprio gruppo consiliare targato PD in comune, viene definito come autore di “sproloqui, millanterie pleonastiche, non veritiere, dannose, offensive…” e tante altre qualità a lui riconosciute dai suoi colleghi di partito. E come dimenticare la famosa cantonata sulla “legge Fiano”, rimasta per tutti una semplice proposta mai approvata se non per Castorina da Reggio Calabria, oppure il tentativo, del tutto personale di intitolare una via cittadina ad un caro parente defunto, suo ovviamente, salvo poi essere bloccato sempre da qualche collega illuminato. E sempre parlando di meriti altrui, il Castorina dimentica che senza l’apporto di un consigliere di minoranza per l’approvazione del bilancio consuntivo, oggi, il comune di cui egli tesse le lodi, sarebbe già commissariato. E’ questo l’impegno ir-”responsabile” di cui blatera? Oppure quello riservato alla gestione Falcomatà in materia di raccolta differenziata e manutenzione stradale, dove le sue aspre e roventi critiche  riecheggiano ancora fra le stanze di Palazzo San Giorgio? Non è che per puro caso, Castorina, Falcomatà ed i suoi seguaci sperano disperatamente che il dissesto venga dichiarato per evitare di essere costretti a presentare un bilancio che certificherebbe in maniera lampante i loro disastri economici realizzati in questi cinque anni? Capiamo che quando il Sindaco ordina abbia difficoltà a dire No, anche perché in cuor suo, ben sapendo che Falcomatà non è il candidato ideale, spera di scalzarlo ed essere lui il futuro candidato a Sindaco. A pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca! Al Castorina azzecca-garbugli, però, riconosciamo la sua più meritevole attitudine, che è sicuramente quella di essere pronto a dar voce alle opinioni degli altri, sparlare per conto terzi senza la minima cognizione di causa, per servizio o per zerbinismo, e finire per fare la figura del “cabarettista” di corte, ma con l’unico, triste,  risultato di non far ridere più nessuno.

    Che se ne facciano una ragione: l’Onorevole Cannizzaro per capacità e abilità politica, riesce per fortuna dei reggini ad arrivare prima di altri, ottenendo risultati concreti per Reggio e la Calabria.

     

    I consiglieri comunali di Forza Italia:

    Mary Caracciolo

    Lucio Dattola

    Pasquale Imbalzano