Home / In evidenza / Al Cilea i pazienti di ematologia del GOM protagonisti di “Linfovita varietà” (RC)

Al Cilea i pazienti di ematologia del GOM protagonisti di “Linfovita varietà” (RC)

di Grazia Candido – Linfovita torna al teatro “Francesco Cilea” con uno straordinario spettacolo che regalerà al pubblico della massima culla dell’arte reggina tante risate e buona musica. E’ tutto pronto per il “Linfovita varietà” in programma il prossimo 14 Luglio alle ore 20,30 e i protagonisti saranno ancora una volta, i pazienti del reparto di ematologia del Grande Ospedale Metropolitano in prima linea per raccogliere fondi a sostegno della ricerca.

L’Associazione Linfovita ha come obiettivo quello di promuovere iniziative a favore dei pazienti affetti da linfoma e dei loro familiari e vuole essere una guida per meglio comprendere la diagnosi e la malattia attraverso informazioni semplici e facilmente comprensibili.
In due ore di puro show, condotto dalla giornalista Eva Giumbo e che vanta il coordinamento artistico di Carmelo Lo Re, Patrizia Britti e Rex Genuzzo Andreoli, i pazienti si esibiranno in esilaranti sketch, canzoni e balletti coreografati da Giuseppe e Pietro Plutino, mostrando non solo la loro verve comica ma la grande forza e voglia di combattere e vincere la dura prova esistenziale alla quale sono stati sottoposti.
Anche quest’anno hanno aderito al progetto solidale, l’istrionico attore Gennaro Calabrese voce di “Kiss Kiss” e conduttore di “Alice Tv” che travolgerà il pubblico con le sue mille voci e volti noti e il duo comico “I non ti regoli” (composto da Giuseppe Mazzacuva e Giuseppe Scorza) alle prese con divertenti intrusioni di scena.
“Linfovita significa rinascere dopo la malattia e non solo, in senso più profondo e assoluto, significa rinascere a nuova vita. E questa rinascita si rispecchia nel “Linfo Show” che si propone di portare la cultura e lo spettacolo in ambito medico a scopo terapeutico con la realizzazione di programmi periodici mirati e definiti – spiega la dottoressa Caterina Stelitano fondatrice di Linfovita – Il coinvolgimento dei pazienti che diventano così protagonisti, mira ad alleviare gli stessi da preoccupazioni creando uno stato di benessere e armonia attraverso la condivisione e il sostegno comune. Lo spettacolo viene incontro come elemento di sostegno psicologico e come mezzo di aiuto per sorridere anche nella malattia, aiutando a stare meglio, alleviando le sofferenze e diventando strumento di terapia”.
In questi anni, LinfoVita ha raggiunto gran parte dei propri scopi sociali, ottenendo interesse a livello nazionale, tant’è che nel Gennaio 2015, si è trasformata in associazione nazionale per poter ampliare le iniziative messe in campo e coinvolgere una platea ancor più vasta di pazienti e familiari.
Il ricavato della serata sarà investito nella ricerca e a sostegno del reparto di ematologia dell’ospedale reggino.
“Linfovita intende migliorare i servizi per i pazienti consentendo una diretta collaborazione con i clinici e i ricercatori – conclude la dottoressa Stelitano – Insieme possiamo farcela. Quello che facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma l’oceano senza quella goccia sarebbe più piccolo. Linfovita vuole portare validi apporti e trovare sinergie per aggiungere maggiore forza all’impegno già profuso”.

Leggi qui!

Patrocinio europeo per Traversata dello Stretto, Siclari ‘Grazie presidente Tajani’

“È un riconoscimento importante per la mia città e per tutta la Calabria e voglio …