• Home / CITTA / Reggio Calabria / Marcianò: “Lega prima partito in Calabria. Grant torna per ringraziare i reggini”

    Marcianò: “Lega prima partito in Calabria. Grant torna per ringraziare i reggini”

    La Lega è risultato essere il partito che meglio rappresenta le esigenze degli italiani e che, sicuramente, propone le cure più efficaci ai molteplici mali diffusi – scrive Michele Marcianò – Lo straordinario successo personale del Segretario Federale e Ministro degli Interni Matteo Salvini, è riconducibile all’efficacia degli interventi che è riuscito a realizzare durante il suo ancor breve mandato di governo, potendo contare solo sul suo senso di “italianità” e di tangibile coraggio nell’affrontare da solo scelte tal volta anti-casta, economica e politica, ed incontrando in pieno la simpatia e l’apprezzamento della gente.

    Una Lega che fa il pieno nelle periferie dove, la difficile realtà, spesso si scontra con le “ovvietà” di molti radical chic che, con supponenza e fastidiosa arroganza, propongono le loro intellettuali perle di saggezza circondati dal comfort di quartieri glamour situati nei centri cittadini. Un partito sceso in piazza e per le strade che non si è sottratto al confronto, ed anche allo scontro, con chi ha posto problematiche di vita sociale legate alla quotidianità o provocazioni gratuite su basi ideologiche pseudo-politiche. L’incredibile successo di Salvini al sud, non dico Lega solo per dare il giusto merito al “capitano” ed ai suoi incredibili 354.730 voti ottenuti nella nostra circoscrizione, è facilmente spiegabile leggendo i dati della Calabria dove, alle spalle di un movimento 5stelle ormai in caduta libera, i 44.214 voti personali del leader nazionale e la percentuale totale raggiunta del 22.61%, ne sanciscono il primato fra i partiti del Cdx calabrese. Se consideriamo che con Forza Italia ci sono più di nove punti percentuali di distacco e oltre dodici con Fratelli d’Italia in chiave regionale, possiamo facilmente affermare che il rilancio dell’azione politica del Cdx in Calabria passa indiscutibilmente dalla Lega di Salvini e dalla scelta oculata di quelli che sono i suoi rappresentanti territoriali. Non solo a livello regionale, il trend positivo lo troviamo soprattutto sui singoli territori e, infatti, guardando nello specifico i dati di Reggio Calabria e provincia, la forza della Lega assume connotati esponenziali, portando la percentuale del 22.77% e risultando la prima forza politica incontrastata dell’intera area Metropolitana, con più di 40 mila preferenze, ed in città che con il 22.41% sancisce, ove non fosse abbastanza chiaro, quali sono le aspettative politiche del popolo reggino. La disfatta del Pd reggino, con chiare responsabilità personali ai vari livelli istituzionali, ed il fallimento della componente grillina alla prova di Governo, hanno reso più chiaro e realizzabile il progetto futuro di Salvini per la nostra regione e, soprattutto, per la nostra città. Se pensiamo che l’attività territoriale di propaganda elettorale e che l’organizzazione della Lega nelle varie zone della regione non era a pieno regime, (molte figure chiave ancora devono essere individuate e responsabilizzate) è evidente come il margine di crescita del Salvini-pensiero in Calabria è ancora molto ampio. E nel pensiero di Salvini, come ha avuto modo di esplicitare l’on. Valentino Grant a Reggio Calabria, il futuro dei calabresi, e dei reggini in particolar modo, sarà l’argomento principale dell’agenda amministrativa dei prossimi governi comunali, metropolitani e regionali. La prossima settimana, infatti, a dimostrazione di una concretezza congenita dei leghisti, GRANT sarà di nuovo in città per ringraziare personalmente i reggini della fiducia accordata e, presupposto essenziale, rilanciare il ruolo comprimario del partito di Salvini in riva allo stretto con Forza Italia, Fratelli d’Italia, il Movimento Nazionale per la Sovranità e le varie rappresentanze territoriali del Cdx, così da porre finalmente ai cittadini l’unica vera alternativa politica in grado di far rinascere Reggio Calabria e l’intera regione.