• Home / CITTA / Reggio Calabria / Il Viaggio della memoria dei ragazzi del Mattia-Preti di Reggio Calabria

    Il Viaggio della memoria dei ragazzi del Mattia-Preti di Reggio Calabria

    Grande entusiasmo per il secondo gruppo di studenti del Liceo artistico “Preti-Frangipane”, da pochi giorni rientrato a Reggio Calabria, dopo aver partecipato alla VI edizione del Viaggio della Memoria, su proposta della prof.ssa Paola Minniti.


    Gli oltre 40 ragazzi, guidati dai docenti Maria Teresa Oliva, Paolo Benoci e Bruno Biasi, hanno potuto ammirare le bellezze di Cracovia (il centro storico della città, le tantissime chiese antiche, il castello del Wawel e la grotta del drago), scendere nelle suggestive miniere di sale e visitare i campi di concentramento tedeschi di Auschwitz e Birkenau. Particolarmente toccante è stata proprio questa esperienza, vissuta con intensità dagli alunni, guidati nei luoghi dell’immane genocidio con la dettagliata descrizione del Prof. Angelo Viglianisi Ferraro, esperto di diritti umani e docente presso l’Ateneo polacco. I ragazzi, visibilmente commossi, sono riusciti ad immedesimarsi a pieno nelle angherie che subirono in passato ebrei, zingari, prigionieri di guerra, attraversando luoghi che lasciano emozioni forti.
    Ancora una volta, grazie alla preziosa sinergia tra il Movimento Contaminiamo i Saperi dell’Università “Mediterranea” di Reggio Calabria e le tante scuole coinvolte nel progetto “Laboratori itineranti sui diritti umani”, decine di giovani hanno potuto vivere un’esperienza che ricorderanno per tutta la vita e che ha certamente contribuito non poco alla loro crescita culturale e umana. (Mirko Munafò, studente di Architettura e collaboratore del Movimento Contaminiamo i Saperi)