Home / Primo piano / Ryanair a Reggio Calabria? Occhio al tweet e anche al precedente

Ryanair a Reggio Calabria? Occhio al tweet e anche al precedente

Ryanair è la compagnia irlandese che ha rivoluzionato la mobilità a livello internazionale. I suoi voli hanno permesso anche a chi non grandi patrimoni da spendere in viaggi di vedere il “mondo”.

Da tempo, in riva allo Stretto, si brama affinché presto le low cost possano fare tappa in uno scalo che avrebbe la duplice funzione di portare tanti turisti a basso costo in un hinterland dal grande potenziale e di agevolare i reggini che abbiano l’intento di viaggiare molto.

Sembrava una chimera e, da lontano, si osservava lo sviluppo dell’aerostazione di Lamezia che, beneficiando delle low cost, vedeva crescere a dismisura i propri dati di traffico.

Si diceva che a Reggio i limiti strutturali della pista rendessero impossibili gli atterraggi di vettori di compagnie come Ryanair, con piloti meno esperti di quelli come Alitalia che, a lungo, ha fatto il bello e il cattivo tempo del Tito Minniti.

Pochi mesi fa, con l’avvento di Sacal al timone dell’aeroporto reggino, era stato preannunciato che sarebbero stati incrementati i voli e che ,tra gli altri, avrebbe fatto il suo esordio a Reggio Ryanair con un volo nazionale ed uno internazionale.

La nuova dotazione tecnologica avrebbe, infatti, azzerato le difficoltà dettate dalla conformazione della pista dell’Aeroporto dello Stretto.  Era attesa per aprile, ma arrivati al 25 è evidente che i tempi non sono stati rispettati.

Leggi anche: Aeroporto di Reggio Calabria, addio limitazioni: ad aprile arriva Ryanair

Tuttavia sul profilo Twitter di Ryanair, proprio nel giorno della Liberazione,  è apparso un post che potrebbe essere significativo.

Sei alla ricerca di ispirazione per le tue prossime vacanze estive?” recita il post nella sua frase d’esordio.

A quel punto viene linkato un articolo in cui sono citate dodici spiagge italiane incantevoli.

La notizia è che, in copertina, c’è Scilla. La nota località, a due passi da Reggio Calabria.

La domanda che, a questo punto, sorge spontanea è se davvero la promozione di Scilla possa rappresentare davvero l’avvicinarsi del momento in cui  Ryanair arriverà al Tito Minniti.

Vietato farsi illusoni, perché non è la prima volta che Scilla viene utilizzata per “vendere” Lamezia. Air Transat, ad esempio, si occupa di un collegamento diretto tra l’aerostazione di Sant’Eufemia e il Canada in copertina la perla del Tirreno reggino.

Leggi anche: ‘Flights to Lamezia’: ma c’è Scilla, il caso Air Transat

 

 

Leggi qui!

Diffamazione e abuso d’ufficio, due avvisi di garanzia a Mario Occhiuto

Il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, ha ricevuto due avvisi di garanzia emessi dalla Procura …