Home / In evidenza / I bimbi autistici chiamano a raccolta la città: “Venite a conoscere il nostro mondo”

I bimbi autistici chiamano a raccolta la città: “Venite a conoscere il nostro mondo”

di Grazia Candido – In ogni disegno e manufatto realizzato a mano si notano subito i sentimenti interiori, le emozioni, la curiosità, la delusione, la forza di chi non vuole arrendersi allo spettro dell’autismo, di chi ama talmente tanto il proprio bambino che sceglie di non nascondere la propria sofferenza ma di renderla pubblica per cambiare le cose.

All’interno della Galleria di Palazzo San Giorgio, si respira la speranza di tanti bambini autistici e dei loro genitori che, quotidianamente, si battono per creare in città strutture di sostegno per chi soffre della sindrome di Asperger e la due giorni (oggi e domani sino alle ore 19,30) organizzata dall’associazione “Il volo delle farfalle – Evoluzione autismo” presieduta da Angela Villani, vuole dare un aiuto concreto a chi si trova in difficoltà.
Tra le immagini di un video nel quale si vedono i bambini alle prese con l’arte, con i giochi, con la loro quotidianità, si impone quell’amore che si alimenta nella relazione armonica delle identità e soprattutto, nella gioia di accettare e condividere la bellezza dell’altro.
“Guardare ad un domani più sicuro” è quello che vogliono le tante “mamme speciali” che fin dalla nascita dei loro figli, hanno iniziato una vera e propria corsa ad ostacoli.
“Il nostro obiettivo è di eliminare le difficoltà e trasformare questa corsa in una staffetta, cercando tutti coloro che vogliono aiutarci ad arrivare al traguardo, insieme – afferma la presidente dell’associazione Villani, mamma del piccolo Matteo – Nei nostri bambini cerchiamo di scovare i punti di forza, i talenti speciali che ognuno ha, come tutti noi, tirando fuori il meglio di ciascuno e vincendo la difficoltà nell’aprirsi al mondo. L’autismo non è una battaglia solo di chi lo vive quotidianamente, di chi ce l’ha, ma è una battaglia comune per questo c’è bisogno del supporto di tutti, cittadini e istituzioni”.
Basta guardare gli occhi dei genitori e quelli dei loro piccoli per capire quanto grande sia il cuore di questi esseri umani che si uniscono nelle diversità e nelle difficoltà.
“Speriamo possa crearsi presto un centro che offra accoglienza ed interventi mirati ai piccoli autistici, che la città risponda alla nostra richiesta di aiuto e partecipi alla raccolta fondi per permettere ai bambini di avere una vita dignitosa e integrata nella società, a partire dalla scuola – continua la giovane mamma Villani – Per un bambino autistico apprendere, parlare, muoversi, interagire è molto più difficile rispetto ai coetanei, per cui servono cure e interventi specialistici. Le cause dell’autismo non si conoscono ancora ma, soprattutto, esistono diverse forme di autismo e ognuna richiede un intervento specifico. Sono fiduciosa nell’impegno delle istituzioni e sono certa che se lavoriamo tutti insieme, realizzeremo il sogno di avere in città strutture idonee per tutti i bimbi”.
A mostrare la propria vicinanza prima come uomini e padri e poi come istituzioni, il vice sindaco della Città Metropolitana Riccardo Mauro e il consigliere comunale Giuseppe Sera concordi ad “unire le forze per aiutare concretamente tutti i bambini e le persone affette da autismo che non devono essere viste come “diversi” bensì come preziose risorse per la società. Non dobbiamo cacciarle via dalle nostre vite o far finta che non ci siano ma accettarle perché solo allora la nostra società sarà un’organizzazione civile migliore e priva di barriere mentali”.
L’esposizione di manufatti sarà aperta al pubblico sino alle ore 20 di stasera mentre domani mattina dalle ore 9 alle 19,30 e come dice uno dei piccoli “artisti”: “venite a conoscere il nostro mondo, chi siamo. Non costa nulla”.

Leggi qui!

Ruota panoramica di Reggio Calabria in funzione, le immagini (FOTO E VIDEO)

C’era grande attesa a Reggio Calabria per l’inaugurazione della ruota panoramica che, per i prossimi …