Home / CALABRIA / Decreto sanità, Siclari: “Lo Stato si faccia carico del debito”

Decreto sanità, Siclari: “Lo Stato si faccia carico del debito”

«Adesso la reale condizione di emergenza della sanita calabrese, è sotto gli occhi di tutto il paese e non possono riproporre come unica soluzione il commissariamento già abbondantemente sperimentato in Calabria e che non ha risolto in alcun modo i disagi legati all’assistenza sanitaria ed, al contrario,ha aumentato il debito».
Il senatore forzista Marco Siclari, capogruppo in commissione Igiene e Salute, durante la conferenza stampa odierna tenuta al Consiglio Regionale a Reggio Calabria, ha illustrato una soluzione che porterebbe risultati immediati e l’azzeramento in tempi record del debito sanitario in Calabria.
«Per dieci anni, nonostante il commissariamento, è aumentato il debito ed è aumentato il numero dei calabresi che si curano fuori regione. La soluzione è un’altra: approviamo un Decreto Speciale Salute per la Calabria, e del miliardo di debito sanitario si faccia carico lo Stato che non solo lo ha creato con i suoi commissari ma soprattutto non ha vigilato sulle nomine sbagliate della politica regionale. Azzerare il debito fin da subito è fondamentale perché questo consentirebbe di sbloccare le assunzioni, quindi riempire finalmente di personale e di 1410 medici che oggi mancano nei nostri ospedali in modo da ridurre le liste d’attesa e dare assistenza in tempi congrui senza costringere i pazienti a rivolgersi fuori regione e questo permetterà alla Calabria di ricevere ogni anno i 360 milioni che lo Stato spende per curare i calabresi fuori regione. In questo modo avremo garantito il diritto alla salute per la prima volta in Calabria», ha concluso il senatore azzurro.

 

Leggi qui!

Reggio Calabria – Parla il personale dell’Hospice: ‘Siamo in attesa’

Riceviamo e pubblichiamo: Siamo gli Operatori dell’Hospice “Via delle stelle” e intendiamo mettere a conoscenza …