Home / CITTA / Reggio Calabria / Villa S.Giovanni – Siclari: “Prova superata. Con me l’interesse della città”

Villa S.Giovanni – Siclari: “Prova superata. Con me l’interesse della città”

«La prova del bilancio è stata ampiamente superata da una maggioranza che in Consiglio si è dimostrata compatta e in grado di portare a casa il risultato nonostante i tre dissidenti. Infatti, il bilancio passato con 9 voti ci consentirà di continuare a lavorare con impegno e costanza».

Il primo cittadino Giovanni Siclari commenta a mente sgombra i numeri di un Consiglio Comunale molto importante che ha sancito la compattezza del centrodestra e la disponibilità del sindaco a mantenere l’apertura che oggi ha portato all’approvazione del bilancio con 9 voti favorevoli, 5 astenuti e soli 3 contrari.
«Per gli addetti ai lavori e per chi mastica un po’ di politica – ha dichiarato Siclari – è chiaro che l’astensione quando si vota il bilancio è più uno sguardo favorevole che contrario. Abbiamo dimostrato che la base è solida perché, anche senza i dissidenti e senza il supporto di altre forze politiche o civiche abbiamo avuto la maggioranza per andare avanti. Questo dimostra la solidità delle fondamenta contrariamente a quello che si è voluto far pensare nei giorni passati. Voglio essere chiaro, la crisi politica che abbiamo avuto modo di sviscerare non verrà di certo camuffata dalla richiesta di poche modifiche richieste al bilancio, queste richieste dei dissidenti non giustificano i loro comportamenti, né tantomeno ne sono il vero motivo. I problemi politici risalgono, con i 3 consiglieri dissidenti, già al periodo di gestione del sindaco f.f. Maria Grazia Richichi, e questo i cittadini se lo ricordano e ne sono a conoscenza. La nostra capogruppo Francesca Porpiglia non ha mai messo in dubbio il suo sostegno alla coalizione di centrodestra e al bilancio, e ha sempre partecipato alle riunioni di maggioranza esprimendo il suo parere favorevole fino ad affermare in Consiglio che, come sempre stata, rimarrà leale con la maggioranza di centrodestra e con il suo partito. Voglio rassicurare, dunque, i cittadini: il futuro non è per nulla incerto, anzi, ne è prova il bilancio che è stato approvato in prima seduta e senza alcun supporto o apporto dalla minoranza. Questo non vuol dire chiudere le porte, tutt’altro, siamo disposti a rafforzare il quadro politico senza snaturarlo con innesti, politicamente opposti, al centrodestra. Non verrà, quindi, disatteso il mandato dei cittadini che hanno votato e scelto una lista civica e tale rimarrà, una forza con anime di centrodestra che si può aprire a ulteriori ingressi di altre liste civiche come accade in tutto il resto del Paese. Come ho avuto modo di ribadire più volte, non sarò mai ostaggio di gruppi o fazioni politiche. Ecco perché con tutta la maggioranza, pienamente in accordo, abbiamo stabilito di revocare le deleghe in assenza di condizioni tali da consentire il proseguimento dell’attività amministrativa con il medesimo assetto. Lo abbiamo fatto volontariamente il giorno prima dell’approvazione del bilancio, dopo che i 3 non si sono presentati alla ennesima riunione di maggioranza per discutere il bilancio, preferendo mandare alla stampa un altro attacco al sindaco e alla coalizione. Abbiamo dimostrato che non ci siamo preoccupati di non avere i numeri sufficienti per approvare il bilancio, ne tantomeno intendiamo assoggettare quest’amministrazione a beghe politiche inutili per la città. Superato il bilancio, utilizzato come pretesto dai dissidenti che, invece, erano distratti da interessi ben diversi, non ci sono più scuse per rallentare l’operato della squadra che ora ha come priorità quella di lavorare e dare risposte».

Leggi qui!

Riace: avviso di garanzia per l’assessore di Mimmo Lucano,

Maria Spanò, candidata a sindaco di Riace e già assessore nella giunta di Mimmo Lucano, …