Home / In evidenza / Reggio Calabria – Asilo Genoese, i genitori: “sia garantito servizio mensa”

Reggio Calabria – Asilo Genoese, i genitori: “sia garantito servizio mensa”

“Tra qualche giorno si festeggerà l’8 marzo, e con esso le donne di tutto il mondo, ma per noi genitori dell’Asilo Genoese sarà anche l’occasione di “festeggiare” con amarezza il secondo anno di attesa che si compia una promessa: avere garantito il diritto dei nostri figli di usufruire del servizio mensa. Ricordi sfumati si sommano allo sdegno e alla consapevolezza di essere stati da sempre presi in giro da chi opera, forse, per il bene della nostra comunità cittadina, o dovrebbe”.

Scrivono in una nota stampa i genitori dei bimbi iscritti all’Asilo Genoese di Reggio Calabria.
“E’ il lontano novembre 2017 quando l’assessore al settore educazione ed istruzione risponde che il problema ostativo è la predisposizione, a norma di legge, di un locale che sia dedicato alla somministrazione dei pasti e che in quello specifico momento storico non è possibile da parte dell’ amministrazione comunale far fronte alla, seppur irrisoria, spesa. Noi genitori quindi accettiamo lo status quo con la speranza che la promessa di eseguire tali lavori (tinteggiatura delle pareti e dotazione dell’aula mensa di un lavabo) sarebbe stata mantenuta di lì a poco, facendo fronte al disagio e costringendo i propri bambini a pranzare ad orari non consoni, o prendendo permessi dal lavoro o ingaggiando ( e pagando) baby sitter. I lavori verranno eseguiti dopo infinite sollecitazioni solo ad anno scolastico concluso, nel settembre 2018. Con gioia ed entusiasmo noi genitori, abbiamo iscritto con fiducia nuovamente i nostri figli all’ Asilo Comunale Genoese, credendo nella preparazione e cura infinita delle maestre, colonna portante della scuola materna, nell’ accoglienza dei locali ampi e luminosi e soprattutto non volendo privare i nostri figli della continuità didattica, della serenità di ritrovarsi in un luogo che ormai è per loro “casa” , di volti che per loro sono “famiglia”. Ma passano i giorni, i mesi e del servizio mensa neanche l’ombra. Chiediamo quindi ulteriori delucidazioni sul perché solo il nostro Asilo resti escluso da tale servizio, ma la risposta non arriva. Arrivano invece i nuovi vandali a movimentare la situazione. E’ il 18 novembre 2018 e la scuola materna Genoese subisce violenti atti vandalici che danneggiano locali, arredo scolastico e materiali didattici, come purtroppo già sappiamo e di cui si è molto parlato. Verranno a visitare l’ asilo l’Arcivescovo Fiorini Morosini, il Sindaco Falcomatà , l’Assessore Nucera, molti giornalisti. Tra le varie promesse da parte dell’amministrazione ( sistemare la porta di ingresso, le finestre da cui i vandali sono entrati , i condizionatori, reintegrare il materiale scolastico danneggiato, sanificare i locali…) c’è anche quella di attivare il servizio mensa al rientro dalle vacanze di Natale. Si! Finalmente abbiamo la data: l’8 gennaio, cari bambini, si pranza a scuola, come già fanno tutti i vostri coetanei delle altre scuole comunali, forse più fortunate della nostra. Ebbene, a qualche giorno dall’8 marzo, noi famiglie, ma soprattutto i nostri bambini, ricordiamo di tre, quattro e cinque anni, stiamo ancora aspettando di poter vedere garantito questo diritto. Molti bambini subiranno un ulteriore torto, perché dall’anno prossimo saranno costretti a frequentare un’altra scuola materna, rompendo il legame con le loro maestre e i loro compagni, la loro scuola, prima del tempo, poiché le famiglie, stanche di essere state ancora una volta prese in giro, non possono più fare i salti mortali per consentire ai propri figli di poter pranzare dignitosamente. Non sono forse diritti dell’infanzia anche questi? Sentiti ringraziamenti”.

Leggi qui!

Russo: “Inserire il corridoio Jonico nelle reti europee di trasporto”

Il Vice Presidente della Giunta Regionale, prof. Francesco Russo, ha scritto al Coordinatore Europeo del …