Home / CITTA / Reggio Calabria / Caracciolo: “Cooperative sociali: a quando il pagamento del Comune?”
Mary Caracciolo

Caracciolo: “Cooperative sociali: a quando il pagamento del Comune?”

“Assurda l’assenza del Comune di Reggio Calabria al tentativo di conciliazione e raffreddamento del conflitto convocato dalla Prefettura per il mancato pagamento delle spettanze dovute alle Cooperative sociali convenzionate con la stessa Amministrazione per i servizi alle fasce più deboli della popolazione e, in particolare, i soggetti affetti da disabilità, cui ha partecipato oltre a una rappresentanza dei lavoratori altresì il Segretario Generale della CISL FP, Vincenzo Sera”.

Lo scrive il Consigliere Comunale Capogruppo di Forza Italia Mary Caracciolo.
“Le rassicurazioni del Comune circa un fantomatico pagamento di somme entro il 15 marzo si sono scontrate dinanzi alla realtà. Non solo il Comune ha omesso il pagamento, ma ancor più non si è presentato al tavolo tecnico, mostrando mancanza di rispetto sia nei confronti della Prefettura sia nei confronti soprattutto di coloro, le Cooperative, che erogano un servizio fondamentale per la nostra comunità reggina.
Tutto ciò naturalmente si riflette sui lavoratori che, diversamente dalle aziende di profitto, non possono aspettarsi anticipi dalle Cooperative con cui operano dato che queste sono ONLUS, cioè Enti no profit che vivono di convenzioni con le Istituzioni pubbliche.
Appare doveroso ricordare l’importante ruolo che queste cooperative sociali svolgono per le fasce più deboli, con i loro centri socio-educativi per minori disabili, nonostante le gravi difficoltà, infatti, hanno continuato a rendere il servizio, ma appare evidente che adesso sia necessario un intervento del Comune serio, affinché alla fine non siano i bambini e i lavoratori a dover pagare le conseguenze.
Per tale ragione è stata presentata una interrogazione a risposta scritta a mia firma, volta a sollecitare una inversione di rotta da parte di una Amministrazione sempre più miope dinanzi ai problemi della gente.
Il Comune fa finta di non vedere l’importanza del servizio specialmente per le famiglie di disabili, che necessitano di un aiuto nell’ottica di riduzione degli ostacoli che si frappongono alla loro vita.
E’ necessaria una programmazione organica e globale sulla disabilità in modo da pianificare l’erogazione di tutti i servizi. Come ho già detto in altre occasioni la civiltà di una città si misura dall’attenzione nei confronti dei più deboli, con adeguati servizi per garantire una dignitosa qualità della vita”.

Leggi qui!

Selfie e strette di mano, Salvini diventa l’idolo dei migranti a S.Ferdinando(VIDEO)

Il Consiglio dei Ministri svoltosi a Reggio Calabria ha avuto una serie di situazioni che …