Home / CITTA / Reggio Calabria / Alla Mediterranea Giornata all’insegna dei diritti umani per i ragazzi del Piria

Alla Mediterranea Giornata all’insegna dei diritti umani per i ragazzi del Piria

Nel corso della giornata del 19 Febbraio, durante una delle lezioni di Diritto Privato Europeo, gli studenti della Mediterranea hanno avuto l’opportunità di seguire un seminario svolto da una delle tante eccellenze straniere invitate come Visiting Professor presso il Mediterranea International Centre for Human Rights Research dell’Ateneo reggino: la prof.ssa Joanna Haberko, vicepreside e docente di diritto civile, di famiglia e biomedico presso la Faculty of Law and Administration della Adam Mickiewicz University di Poznań, Polonia.

La professoressa Haberko con il suo Seminario in materia di procreazione medicalmente assistita in Polonia  ha incantato gli studenti partecipanti e grazie all’impeccabile spiegazione, con una
perfetta padronanza della lingua italiana, ha suscitato l’interesse di tutti.
Una volta conclusosi il seminario la giornata è continuata con l’arrivo dei ragazzi dell’Istituto Tecnico-Economico “R. Piria” di Reggio Calabria, che hanno potuto seguire brillanti relazioni, finalizzate a preparare i presenti prima della partenza per il viaggio della Memoria ad Auschwitz e Birkenau, al quale prenderanno parte circa 200 studenti di varie scuole reggine.
Dopo i saluti e le parole di incoraggiamento del Direttore di Dipartimento, il Professor Massimiliano Ferrara, si è passati all’emozionante racconto del dott. Raffaele Barillaro, il quale, attraverso la storia del figlio nonché Magistrato Michele, scomparso prematuramente in circostanze non del tutto chiare, ha lanciato un messaggio volto a far riflettere gli studenti sull’importanza della formazione e dell’umanità nelle proprie azioni.
Tutti gli interventi tenutisi nel corso della giornata avevano una comune finalità: colpire nel profondo gli interlocutori per permettere loro di non crescere soltanto intellettualmente ma anche umanamente.
Di fatti la giornata è proseguita vedendo gli stessi studenti mettersi in gioco in prima persona, lavorando in gruppi alla discussione di alcuni articoli della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo.
Grazie a tale evento, promosso dal prof. Angelo Viglianisi Ferraro, gli studenti della Mediterranea hanno avuto l’occasione di mettere in  pratica quanto appreso durante il corso delle lezioni, divenendo “Tutor” degli studenti del Piria, aiutando loro a sviluppare e comprendere i concetti e gli argomenti trattati.
Il tutto si è concluso con l’esposizione di un delegato per ogni gruppo, di fronte all’aula gremita di persone e alla professoressa Haberko, la quale ha poi valutato il lavoro migliore, come fosse una competizione volta a stimolare positivamente i vari studenti.
Il risultato è stato un felice passaggio da una didattica tradizionale, spesso poco incisiva, ad un “learning by doing”, che ha trasformato il passivo uditore in un attivo pensatore, con la conseguenza che la produttività e l’interesse sono aumentati a dismisura.

Leggi qui!

Marina di Gioiosa Jonica – Arrestato 52enne per ricettazione

Giovedì pomeriggio, i Carabinieri della stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno arrestato, in ottemperanza …