• Home / In evidenza / Paziente morto a Locri, Siclari: ‘Risultato del commissariamento’

    Paziente morto a Locri, Siclari: ‘Risultato del commissariamento’

    “Inutile dire: Era prevedibile!
    Quando ho denunciato i guasti continui degli ascensori in Senato, sembrava impossibile.
    Non cambierà mai la Calabria se siamo pochi in politica ad urlare giustizia e rispetto dei nostri diritti ”.

    Il senatore forzista Marco Siclari, CAPOGRUPPO Forza Italia in Commissione Salute del Senato, non resta in silenzio di fronte all’ennesima morte ingiustificata e mette il Ministro Grillo faccia a faccia con le sue responsabilità.
    “Presenterò interpellanza urgente al ministro affinché faccia luce prima possibile sull’accaduto. Questo è il risultato del commissariamento della nostra regione! Ho chiesto al Ministro di mettere la parola fine al commissariamento che dura da 12 anni e che ha provocato un aumento del numero di cittadini che si curano fuori pari al triplo rispetto alla media nazionale, un peggioramento dell’assistenza sanitaria calabrese che risulta inadempiente rispetto agli indicatori nazionali, una riduzione drastica de numero di posti letto, uno scarso numero di medici che lavorano nelle strutture che sono tutte in sottoorganico, sono stati chiusi ospedali con la promessa di aprirne nuovi, ma non ci sono ne i vecchi ne i nuovi, non ci sono i fondi per riparare i guasti come gli ascensori o macchinari medici nei diversi ospedali, i privati non vengono pagati da più di un anno, lo Stato spende 340 milioni di euro per curare i calabresi fuori regione ma non ha soldi da spendere in Calabria per migliorare la sanita!
    Cosa altro serve per capire che non occorre un nuovo commissario, ma serve chiudere il commissariamento e mandare i fondi in Calabria per investirli in strutture sanitarie come accade nelle altre regioni? Vogliamo fare la sanità di cittadinanza itinerante? La Regione ha le sue enormi responsabilità perché per anni non ha avuto il direttore del dipartimento salute della regione e quindi ha creato un vuoto nell’assistenza sanitaria calabrese, ma i commissari alla salute li manda il Governo, se hanno fallito significa che è proprio lo strumento del commissarimaneto a non funzionare. Basta commissarimaneto. Il ministro risponda e spieghi a cosa serve il commissarimaneto che da 12 anni ha peggiorato tutti i dati sull’assistenza sanitaria calabrese. Cosa si racconta adesso alla famiglia del povero mio concittadino morto?
    Ministro GRILLO soltanto tu, per LEGGE, puoi mettere la parola fine a commissariamento. La Calabria vive una emergenza sanitaria che non ha uguali ed è dimostrata dai numeri negativi che risultano dalla gestione dei commissari messi dal Governo!”, ha concluso il senatore azzurro.