Home / CITTA / Reggio Calabria / Motta san Giovanni (RC) – Open day dell’istituto comprensivo

Motta san Giovanni (RC) – Open day dell’istituto comprensivo

“In questi giorni l’Istituto Comprensivo di Motta San Giovanni ha aperto le sue porte per svolgere il tradizionale appuntamento dell’Open day “La nostra scuola ti accoglie”. È possibile visitare gli spazi scolastici, conoscere i docenti e vivere delle esperienze delle attività in corso. Inoltre, presso la Scuola Secondaria di Lazzaro, venerdì 18 gennaio alle ore 17.00, la Dirigente scolastica, prof.ssa Teresa Marino, insieme ai docenti, incontrerà i genitori per presentare l’offerta formativa”.

A comunicarlo è l’assessore alla Pubblica Istruzione, Carmelita Laganà, in occasione di un incontro avuto con una scolaresca in visita a palazzo Alecce.
“L’Amministrazione comunale investe tantissimo nella scuola e – aggiunge l’assessore – in assoluta sinergia con l’Istituto presta molta attenzione alle esigenze dei più piccoli e delle loro famiglie. Abbiamo garantito il Piano dei servizi scolastici senza nessun aumento delle tariffe. Il servizio scuolabus dal primo giorno di scuola (cento alunni), il servizio mensa già dopo il primo mese (centoquindici alunni), e l’assistenza educativa agli alunni diversamente abili aumentando notevolmente il contributo economico erogato alla scuola”.
“Il Consiglio metropolitano – continua Carmelita Laganà – ha approvato la nostra proposta contenente l’attivazione di un punto scuola dell’infanzia, con codice meccanografico, a Serro Valanidi quale investimento in termini di offerta formativa e per poter così dare continuità all’importante progetto Come un faro, abitiamo la comunità educante, con servizi di baby parking”.
“Gli ottimi risultati raggiunti dai nostri studenti e i numerosi riconoscimenti conferiti alla scuola – conclude l’assessore – testimoniano l’eccellenza nella direzione dell’Istituto, una non comune capacità di guardare al bene della comunità scolastica, la competenza e la professionalità del corpo docente. Quest’anno registriamo un calo demografico che comporterà una diminuzione di iscritti rispetto agli anni precedenti, ma i dati per i prossimi anni sono molto incoraggianti e quindi adesso è necessario sostenere il nostro Istituto per garantire un presidio di crescita culturale e sociale”.
“Negli anni la scuola- afferma invece la dirigente scolastica Teresa Marino, presente anche lei presso la sede comunale con i ragazzi – si è saputa distinguere come punto di riferimento culturale del territorio, diventando sede della “memoria” culturale attraverso la valorizzazione del contesto-realtà. Si è posta come propositrice d’integrazione attraverso una progettualità ed esperienze che la rendono Comunità Educante, ossia “luogo” in cui relazioni significative tra tutti gli attori coinvolti nel processo educativo e formativo concorrono alla piena attuazione del diritto all’istruzione di ciascuno”.
“La mission della scuola – spiega meglio la dirigente – si concretizza nel Curricolo verticale che garantisce agli alunni un percorso formativo unitario dai tre ai 14 anni in riferimento alle competenze da acquisire e ai traguardi in termini di risultati attesi. L’azione educativa della scuola mira alla formazione integrale del cittadino europeo in grado di trasferire le conoscenze scolastiche in contesti reali, nell’interazione emotivo – affettiva e nella comunicazione sociale”.
“Il curricolo – chiosa la dirigente rinnovando l’appuntamento a venerdì 18 gennaio – è arricchito da una molteplicità di esperienze ed attività (Lettura animata e scrittura creativa, Teatro, coro, digitale, cittadinanza attiva) che consentono la maturazione di competenze trasversali –soft skil- autonomia, creatività, fiducia in se stessi, gestione delle informazioni, problem solving, capacità di lavorare in gruppo, leadership, flessibilità, resistenza all’impegno -, oggi assolutamente fondamentali per realizzare se stessi”.

Leggi qui!

Lite tra giovani – 19enne ferito a colpi di pistola a Reggio Calabria

Una lite tra giovani che finisce a colpi di pistola. Vittima un 19enne nella periferia …