Home / In evidenza / Con “Super Babbo Natale” gli auguri di Strill.it (Video)

Con “Super Babbo Natale” gli auguri di Strill.it (Video)

 


di Grazia Candido – Le sue parole sono forti come un pugno allo stomaco ma necessarie perché in una società dove tutto è apparenza, dobbiamo fermarci un attimo e pensare realmente al valore del Natale e dei suoi simboli, alla vita, al modo per salvarsi dall’aridità che ci circonda.

Strill.it sceglie di fare gli auguri alla Calabria con il giovane Adriano Modica, cantante reggino che dedica il suo nuovo singolo “Super babbo Natale” a tutti coloro che, per un motivo o per altro, non passeranno un felice 25 Dicembre.
“Non è una canzone di protesta ma un monito per sensibilizzare tutti noi sull’abuso di ogni risorsa del Pianeta, sulla falsità dell’essere umano che si vanta di pregare Dio e poi non si ferma ad aiutare un barbone sdraiato al freddo sulla strada. E’ una grottesca parodia della società del 2018 che si ostina ottusamente a fondare i suoi principi morali sui suoi stessi principi commerciali, meccanismo che, ovviamente, non può funzionare a lungo – spiega il cantautore – Lo sfrenato consumismo; l’illusione della felicità nell’egoismo del possesso; l’abuso delle risorse per avere più del necessario; tutte le forme di spreco; la totale mancanza di rispetto per il prossimo, per l’ambiente e, conseguentemente, per se stessi; la perdita della coscienza e del senso di appartenenza ad un insieme potenzialmente perfetto; temi che purtroppo, ancora oggi, sono di grave attualità”.
“Super Babbo Natale” è un testo “crudo” e tenero allo stesso tempo, atto a colpire quelle sensibilità sopite, quegli animi imbruttiti da una società superficiale, fredda, arrampicatrice ma che vanta anche una parte buona caratterizzata da uomini e donne che, invece, lottano ogni giorno per il prossimo, per affermare il bene.
“Mi avete inventato voi come inventate da sempre eroi, supereroi, miti e divinità con la speranza che qualcuno venisse a salvarvi ma cercate troppo lontano, basta tenere in vita i bimbi che siete stati. Avrete qualche possibilità in più di salvarvi da voi stessi”. Canta il giovane Modica che si sofferma anche sul valore umano del dono svalutato nel tempo, perché nella nostra epoca, segnata da un accentuato individualismo e narcisismo, dove ogni cosa ha un prezzo, è necessario andare a cercare non ciò che ha più valore economico ma ciò che per noi è inestimabile come i veri rapporti umani che ci aiuteranno ad allontanarci dalla spietata indifferenza.
Donare significa per definizione consegnare un bene nelle mani di un altro senza ricevere in cambio alcunché. Il donare non può essere sottoposto alla speranza della restituzione, di un obbligo che da esso nasce, il donare ispira il legame sociale e crea il “debito d’amore”.
I brani di Adriano che, prosegue la sua “saga in bassa fedeltà” iniziata con “Soundcheck”, “Madre”, “Il giorno nasce piano” e “Giovedì”, vengono rilasciati in free download sui canali ufficiali dell’artista che continua a scegliere di pubblicare brani singoli continuando un suo progetto musicale ma anche di videoarte, in cui il marchio di fabbrica resta in bilico tra classico e sperimentale, tra canzone d’autore e suggestioni elettroniche.
“Sono Babbo Natale, ma il bimbo dov’è? – E se lo domanda Babbo Natale non è un buon segno” – conclude Modica augurando a tutti un sereno e vero Natale.

Leggi qui!

Il sindaco Falcomatà: “Bene misure sui Comuni nel testo del Decreto Crescita”

“Il testo del Decreto Crescita previsto nel Consiglio dei Ministri di oggi dovrebbe contenere misure …